Tutta l'informazione che cercavi

Vitamina B12: dove si trova e a cosa serve la Cobalamina

Vitamina B12

Vitamina B12 – Visti i recenti casi di neonati ricoverati a causa di una carenza di vitamina B12 provocata dalla dieta vegana fai-da-te delle madri (dieta vegana non formulata da medici e realizzata di testa propria dalle madri senza nessun controllo medico), ecco che forse conviene fare un po’ di chiarezza su che cosa sia la vitamina B12 o cobalamina, su dove si trova e a cosa serve. Questo per capire in quali alimenti è naturalmente biodisponibile e chi debba utilizzare un integratore se necessario, sempre sotto controllo medico.

Vitamina B12: che cos’è

La vitamina B12 o cobalamina è una vitamina idrosolubile appartenente al gruppo delle vitamine B. Altamente fotosensibile, arrivando nello stomaco, grazie al pH dei succhi gastrici, ecco che la vitamina B12 viene liberata dalle proteine a cui si trova associata e si lega alla cobafillina, una proteina presente nella saliva.

Il tutto arriva nel duodeno: qui le proteasi secrete dal pancreas provocano la separazione dalla cobafillina e la cobalamina si unisce al fattore intrinseco, glicoproteina rilasciata dallo stomaco. In questo modo, la cobalamina viene assorbita dall’intestino.

Vitamina B12 e acido folico: che legame c’è?

Una particolarità: l’acido folico può essere utilizzato solamente quando questi viene a contatto con la vitamina B12. Se questa reazione è assente, il metiltetraidrofolato non riesce a trasformarsi in tetraidrofolato, con conseguente aumento del primo. La diminiuzione del secondo e del suo derivato, provoca un malfunzionamento delle vie metaboliche che finiscono col produrre le purine.

Inoltre un derivato della cobalamina interviene anche nel metabolismo degli acidi grassi: una carenza di vitamina B12, provoca un blocco anche di questo metabolismo che va ad interferire con le membrane neuronali, il che spiega i sintomi neurologici provocati dalla carenza di vitamina B12.

Vitamina B12: particolarità

Ci sono alcune particolarità da tenere in conto quando si parla di vitamina B12:

  • Anemia megaloblastica: la carenza di vitamina B12 può provocare una forma di anemia megaloblastica che, però, può essere provocata anche da carenza di acido folico. In presenza di anemia megaloblastica bisognerebbe capire esattamente quale sia la fonte carenziale in quanto la carenza di vitamina B12 (ma non quella di acido folico) possono portare a sviluppare anche sintomi neurologici
  • Contraccettivi orali: potrebbero provocare un abbassamento della vitamina B12
  • Malattie tiroidee autoimmuni: chi soffre di tiroidite autoimmune, ha un maggior rischio di sviluppare anemia perniciosa provocata da un diminuito assorbimento della vitamina B12
  • Anemia perniciosa e problemi gastrici: chi soffre di anemia perniciosa potrebbe veder aumentati i livelli di gastrina, ridotti quelli di pepsinogeno I e si ha acloridia
  • Dieta vegetariana e vegana: diete vegetariane e vegane con eliminazione totale di carne, pesce, latte, latticini e uova, dovrebbe essere integrate con un integratore contenente vitamina B12 o con alimenti in cui sia stata aggiunta della vitamina B12. Bambini allattati da donne che seguono una dieta vegana, dovrebbero essere strettamente monitorai in quanto pochi mesi dopo la nascita andranno incontro a forme di carenza di vitamina B12 con possibile sviluppo di problemi neurologici e ritardo nella crescita psicofisica

Vitamina B12: dove si trova?

Ma dove si trova la vitamina B12? Quali sono gli alimenti ricchi di cobalamina? E’ semplice: i prodotti di origine animale contengono quantità giuste di vitamina B12 atte a soddisfare i fabbisogni nutrizionali. Trovate la vitamina B12 in:

  • fegato
  • molluschi
  • pesce
  • carne
  • latte
  • latticini
  • uova

In natura la sintesi della cobalamina avviene grazie ad alcuni batteri. Tuttavia i cianobatteri contenuti, per esempio, nella spirulina possono produrre analoghi inattivi. Questo vuol dire che in una dieta vegana non basta mangiare spirulina e klamath per avere la vitamina B12, perché la vitamina qui prodotta non è attiva.

Vitamina B12: sintomi da carenza

Se si ha una carenza di vitamina B12 a causa di diete errate, patologie croniche dell’intestino con malassorbimento (come il morbo di Crohn), digiuno prolungato, ecco che possono svilupparsi diverse complicanze e malattie:

  • anemia perniciosa (anemia megaloblastica)
  • disturbi del sistema nervoso
  • ritardo nella crescita fisica e mentale dei neonati

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>