Tutta l'informazione che cercavi

Violenza sessuale: cento frustate ai colpevoli

Violentatori frust(r)ati. A leggere questa frase verrebbe quasi da sorridere. Eppure non c’è proprio nulla da ridere. Ieri sul tram verso il lavoro mi è capitato tra le mani uno dei tanti giornali free press che gli omini col il giubbino fosforenscente distribuiscono all’ingresso delle metropolitane. L’occhio è caduto su una precisa notizia.

Si trattava di un brutto fatto di cronaca accaduto in Somalia. Quattro uomini hanno violentato una ragazza di 18 anni. E fin qui -purtroppo- nessuna differenza con i tanti casi di violenza italiani.

Dov’è la differenza allora? I quattro ragazzi sono stati puniti con cento frustate ciascuno. Questo perchè la Sharia (la legge islamica) prevede una pena del genere. I giovani hanno risparmiato la condanna a morte perchè non erano sposati.

La punizione è stata inflitta in pubblico da miliziani estremisti islamici, in una perisa a nord di Mogadisco, la capitale della Somalia.

La vicenda mi ha fatto riflettere. In un momento in cui in Italia la tensione è molto alta e gli extracomunitari sono così ritenuti responsabili della stragrande maggioranza delle violenze, arriva una storia del genere. In cui non solo i colpevoli sono puniti, ma la punizione è esemplare. Cento frustate. Di certo non avranno più il coraggio di guardare nemmeno da lontano una donna.

Via|Ansa

6 Responses to “Violenza sessuale: cento frustate ai colpevoli

  1. Anonimo

    ci vorrebbe che qui in italia gli stupratori (extracomunitari e italiani) ricevessero lo stesso trattamento, per questi casi sono favorevole alla antica legge del taglione.
    Saluti

  2. Anonimo

    alla barbarie non si risponde con la barbarie. non c’è altro da aggiungere.

  3. assunta

    beh…simona… una notizia che ho letto anche io…. e sulla quale,come te , ho riflettutto molto. Extracomunitari e non andrebbero puniti per tali violenze..sono d’accordo! troppo spesso ho paura di girare per la mia città di giorno e di notte, in zone affolatte e deserte… non è giusto! non deve accadere…. e qualcuno prima o poi deve iniziare a punire questi “malati della società”!!!

  4. Anonimo

    Pur non essendo favorevole alla pena di morte e alla violenza in generale, credo che la giustizia debba esserci. Sempre. La punizione, quindi, non è stata solo esemplare, ma DOVEROSA.
    Bellissimo articolo :)

  5. alex

    un articolo molto interessante, scritto con intelligenza e stile piacevole… simona continua cosi, per il piacere dei tuoi lettori !

  6. Che dire, una punizione esemplare, forse un po’ troppo violenta per i nostri standard, ma esemplare… Da noi sarebbe gia’ tanto se finissero in carcere…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>