Tutta l'informazione che cercavi

The Walking Dead 8: come cambierà la serie in questa seconda metà stagione?

The Walking Dead 8, Carl Grimes

The Walking Dead 8 – Abbiamo tutti aspettato col fiato sospeso la puntata di ieri sera di The Walking dead 8 (stasera in onda in Italia), quella con la morte di Carl Grimes. L’attore Chandler Riggs lascia per sempre la serie ed è inevitabile che una dipartita del genere cambierà profondamente la serie creata partendo dai fumetti di Robert Kirkman. La morte di Carl Grimes scuoterà la serie nel profondo, ma non sono gli unici cambiamenti importanti. Ecco come cambierà la serie di The Walking Dead con questa seconda metà stagione.

The Walking Dead: grandi cambiamenti in arrivo

  1. La morte di Carl e il nuovo Rick: lo stesso Chandler Riggs a dicembre non si aspettava la morte di Carl, anche perché la sua morte costituisce una grande deviazione rispetto ai fumetti. Tuttavia la morte di Carl ha un fine preciso, la sua uscita di scena avrà un impatto notevole su tutti, in primis su Rick, ma anche su Michonne e tutti gli altri. Rick cambierà drasticamente: la morte di Carl guiderà tutte le prossime decisioni di Rick e lo stesso Rick dovrà cercare un modo per andare avanti, nonostante questa grave perdita. Non è la prima volta che Rick subisce un grave lutto: pensiamo alla morte di Lori o alla presunta morte di Judith. Tuttavia ora siamo in acque inesplorate visto che nel fumetto Carl è ancora vivo e vegeto. Adesso Rick si renderà nuovamente conto che, al mondo, ci sono cose che sono al di fuori del suo controllo e cose che vanno al di là del conflitto immediato con Negan
  2. Morgan va via: l’amico più vecchio di Rick, il controverso Morgan, abbandona il gruppo. Morgan se ne va in Texas, più precisamente l’attore Lennie James andrà a finire in Fear The Walking Dead, in un crossover assai atteso. Morgan si sente in conflitto con il gruppo di Rick, vorrebbe aiutarlo e proteggerlo, ma non approva tutte le scelte e quindi ecco che decide di andarsene. Ricomparirà nella quarta stagione di Fear The Walking Dead e si sa che questa quarta stagione subirà un certo salto nel tempo per avvicinarla di più a The Walking Dead. Inoltre Andrew Lincoln ha la sensazione che la storia di Rick e Morgan non sia destinata a finire qui, i due, in qualche modo, riescono sempre a ritrovarsi
  3. Maggie rimane o va via? C’è un’altra potenziale uscita all’orizzonte: Maggie è attualmente la leader di Hilltop, persona cardine anche nel fumetto, ma i problemi contrattuali fra la produzione e l’attrice Lauren Cohan, potrebbero tenere Maggie lontana dalla nona stagione. Inoltre la Cohan si è imbarcata nel pilot di una nuova serie, Whisky Cavalier, quindi il suo allontanamento potrebbe essere imminente
  4. Un nuovo showrunner: la AMC ha annunciato a gennaio che Scott Gimple sarebbe andato via dal suo ruolo di showrunner di The Walking Dead, diventando il nuovo supervisore di tutto il marchio The Walking Dead, incluso il nuovo ruolo di creativo in Fear The Walking Dead. Al suo posto è arrivata Angela Kang, presente come sceneggiatrice e produttrice sin dalla seconda stagione. Gimple ha spiegato che i semi per il prosieguo della storia nella nona stagione sono già stati piantati nell’ottava: la storia generale di Kirkman sarà mantenuta, ma alcuni eventi imporranno deviazioni importanti
  5. Un mondo tutto nuovo: secondo Andrew Lincoln, la morte di Carl Grimes porterà The Walking Dead in un modon tutto nuovo, i personaggi si trasformeranno. Carl è morto, Alexandria è in rovina, l’esercito disperso, l’alleanza fra Alexandria, Hilltop e il Regno in equilibrio precario: Rick ha perso tutto ciò per cui stava combattendo questa guerra e ciò avrà un effetto enorme su di lui, cambiandolo irrevocabilmente. Il produttore Greg Nicotero ha spiegato che la perdita del figlio sarà un momento decisivo per Rick, che lo reindirizzerà completamente

Via: ComicBook

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>