Tutta l'informazione che cercavi

Tassa sulle sfilate di moda, il Comune di Milano e il salasso a John Richmond

Sfilate di Milano

Sfilate di Milano

Il Comune di Milano tassa le sfilate di moda maschili. In tempo di crisi il governo e le amministrazioni locali cercano in tutti i modi di fare un po’ di cassa, magari non mettendo sempre le mani nelle tasche dei poveracci, ma cercando di prelevare introiti maggiori da quei settori dedicati al lusso. E tra questi rientra la moda. Il Comune di Milano ha chiesto una tassa di occupazione del suolo pubblico da brivido per far sfilare John Richmond ai Giardini Montanelli. Gli stilisti, neanche a dirlo, sono insorti per quella che ritengono un’ingiustizia.

E’ tempo di sacrifici per tutti. A quanto pare anche per i fashion brand: del resto dobbiamo ricordare che la moda è un settore portante della nostra economia, uno dei pochi a non aver risentito così tanto della crisi internazionale (almeno per quello che concerne le grandi aziende: provate ad intervistare le piccole imprese uccise dall’avvento di competitor a basso costo e di politiche spregiudicate non in difesa del Made in Italy). E’ giusto infierire sulle sue tasche?

Quest’anno il Comune di Milano ha chiesto a John Richmond una ‘tassa‘ di 300mila euro perché per la sua manifestazione fashion per Milano Moda Uomo avrebbe occupato degli spazi pubblici dei giardini Montanelli. Davvero una cifra da capogiro, aumentata in questa edizione, visto che già negli anni passati il brand aveva sfilato nella stessa location, pagando la tassa sul suolo pubblico ad un prezzo decisamente inferiore.

Alla fine il brand è riuscito a strappare un prezzo di 79.566 euro, il doppio rispetto alla sfilata di Milano Moda Donna di settembre. Ed è di questi giorni la notizia che pare che Moschino andrà a sfilare a Londra… forse per i prezzi troppo alti di Milano?

Tassare il superfluo va bene, ma non rischiamo in questo modo di perdere degli introiti ben maggiori che arrivano con una kermesse del genere che convoglia a Milano migliaia di persone provenienti da tutto il mondo? Il rischio è che non rimangano più nomi disposti a sfilare da noi!

One Response to “Tassa sulle sfilate di moda, il Comune di Milano e il salasso a John Richmond

  1. Having read this I believed it was extremely informative.
    I appreciate you finding the time and energy to put this information together.

    I once again find myself personally spending way too much time both reading and posting comments.
    But so what, it was still worthwhile!

    My blog; http://www.161990up.com

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>