Tutta l'informazione che cercavi

San Valentino 2013: non regalate animali, l’appello dell’Aidaa

Nuovo appello dell’Aidaa: l’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente denuncia come il 70% degli animali regalati fra innamorati a San Valentino venga poi abbandonato. Sono soprattutti i cani a subire questo destino, ma anche gatti, conigli, criceti non stanno certo meglio. L’appello è semplice: ‘Non regalare cani, ne’ altri animali a san Valentino se non a persone che veramente li desiderano’. E desiderare in questo senso significa prendersene cura a vita.

Troppo spesso dopo San Valentino negli ambulatori veterinari si vedono arrivare giovani coppiette con cuccioli di cui non sono assolutamente in grado di prendersi cura, anche dal punto di vista economico. O anche giovani che si presentano da soli con questi regali indesiderati e pretendono che gli si risolva la situazione.

Ecco, la cosa migliore è non regalare un animale a meno di essere sicuri che la parte ricevente sia in grado sia fisicamente che economicamente di mantenerlo sano e in vita. Chiedetevi questo: ci sono i soldi per pagare il cibo, gli accessori, adempiere agli obblighi di legge (vedi microchip per i cani), pagare le cure veterinarie per i prossimi venti anni di vita del mio pet? Gli altri membri della famiglia lo accetteranno? Se anche a una sola di queste domande la risposta è No, allora meglio ripiegare su un pelouche.

Questo onde evitare di vedere animali abbandonati per strada o rinchiusi in canile. Eppure nonostante queste raccomandazioni, sempre più animali vengono regalati e poi regolarmente abbandonati a San Valentino. Fatevi un esame di coscienza: anche io vorrei una Ferrari, ma non ho i soldi per comprarla e per mantenerla, quindi non la prendo. Stessa cosa per gli animali: non basta volergli bene, bisogna avere le possibilità minime di accudirli.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>