Tutta l'informazione che cercavi

San Faustino, storia e origini della Festa dei Single

San Faustino, Festa dei Single

San Faustino – Oggi è il 15 febbraio, quindi si celebra San Faustino, la Festa dei Single. In chiara contrapposizione con il San Valentino del 14 febbraio, San Faustino festeggia tutti i tipi di single, sia quelli che sono felici di stare da soli, sia quelli che stanno ancora cercando la propria anima gemella. Ma da dove origina questa festa? Beh, nessuno lo sa, sono state fatte diverse ipotesi, ma una vale l’altra. Scegliete voi quella che preferite.

San Faustino: storia dei santi e martiri Faustino e Giovita

Il 15 febbraio è il giorno dedicato a Faustino e Giovita, due nobili bresciani del II secolo, cavalieri e successivamente martiri dopo la conversione fatta dal vescovo Apollonio. Faustino e Giovita sono i patroni di Brescia e di Sorbolo. Di origine pagana, i due vennero convertiti da Sant’Apollonio e subito si dedicarono al proselitismo. Faustino venne nominato presbitero e Giovita diacono.

Il problema fu che tale conversione non fu ben accetta nei ceti abbienti di Brescia, preoccupati del possibile dilagare del cristianesimo. Era il periodo delle persecuzioni e i nobili locali chiesero al governatore della Rezia, Italico, di ucciderli. Solo che in quel momento l’imperatore Traiano morì, per cui la loro cattura venne ritardata. Il nuovo imperatore Adriano disse a Italico di procedere pure con la persecuzione: Faustino e Giovita si rifiutarono di fare sacrifici agli dei pagani e vennero imprigionati.

Intanto Adriano, tornando dalla campagna in Gallia, si fermò proprio a Brescia e chiese direttamente ai due giovani di tornare ad adorare il dio sole. I due rifiutarono, colpirono la statua pagana e l’imperatore li fece rinchiudere nella gabbia con le tigri. Stranamente le tigri non li aggredirono e, anzi, si sedettero ai loro piedi. Tale miracolo provocò una nuova ondata di conversioni, fra cui anche Afra, la moglie di Italico. Anche lei divenne poi martire e fu proclamata santa.

A questo punto venne ordinato che i due fossero scorticati e bruciati vivi. Anche questa volta il fuoco non li toccò e le conversioni aumentarono ulteriormente. Vennero così rinchiusi nelle prigioni di Milano dove vennero torturati. Poi andarono a Roma per essere uccisi dalle belve del Colosseo, ma di nuovo queste si rifiutarono di mangiarli. A questo punto vennero mandati a Napoli e, nel tragitto, riuscirono anche a placare una tempesta.

Mentre le torture continuavano, venne deciso di metterli su una barca e spingerli in mare aperto. Solo che la barca tornò a riva. A questo punto vennero condannati a morte: furono fatti tornare a Brescia e decapitati il 15 febbraio.

San Faustino: origini della Festa dei Single

Qui vi metto alcune delle principali ipotesi sulla nascita della Festa dei Single di San Faustino:

  • secondo alcune tradizioni, San Faustino dava alle giovani ragazze la possibilità di incontrare il loro futuro amore. Una leggenda narra che Faustino fosse il figlio di una ricca famiglia pagana e pertanto divenne cavaliere. Ammaliato dalla religione cristiana, si fece battezzare e cominciò a predicare in zona, zona che comprendeva Brescia e territori limitrofi. Gli altri nobili cominciarono a perseguitare Faustino perché non faceva più sacrifici agli dei pagani e la notizia giunse alle orecchie dell’imperatore che decise di darlo in pasto ai leoni. Tuttavia i leoni si sedettero ai piedi di Faustino e non lo divorarono. L’imperatore, allora, fallito il primo tentativo, decise di condannarlo al rogo, ma anche qui le fiamme si rifiutarono di bruciarlo. Infine Faustino venne ucciso il 15 febbraio. Da allora quel giorno divenne la Festa dei Single in quanto Faustino deriverebbe da un nome latino propiziatorio: coloro che non hanno ancora trovato l’anima gemella, aspettano questa festa sperando in un po’ di fortuna
  • secondo altri, semplicemente per fare da contraltare a San Valentino, si è scelto a tavolino il giorno dopo il 14 febbraio per par condicio nei confronti dei single, prendendo così a casaccio il nome del santo che compariva il giorno dopo per creare la Festa dei Single. Visto che i santi del 15 febbraio sono Faustino e Giovite, si sarebbe scelto di trasformare Faustino nella Festa dei Single per via dell’assonanza con Valentino. In effetti, San Giovita la Festa dei Single suona parecchio male

Foto: darkensiva

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>