Tutta l'informazione che cercavi

Recensione Questo non è un romanzo fantasy di Roberto Gerilli, un libro da leggere

Questo non è un romanzo fantasy

Vi ricordate che un po’ di tempo fa avevamo dato l’annuncio dell’uscita di un nuovo libro della Plesio Editore? Stiamo parlando di Questo non è un romanzo fantasy di Roberto Gerilli. Ebbene, ho avuto la fortuna di leggerlo e vorrei condividere con voi le mie impressioni. Chiamatela anche recensione se volete, ma il mio è il parere di una semplice lettrice. Dunque, la mia recensione di Questo non è un romanzo fantasy di Roberto Gerilli potrebbe riassumersi così: leggetelo, leggetelo, leggetelo. E preparatevi a ridere tanto. Forse però mi sa che mi conviene essere un pochino più articolata.

Prima di tutto la trama: cosa succede se i personaggi di un libro fantasy di mediocre qualità (ad essere generosi) si materializzano in carne e ossa? E cosa succede se tali personaggi (incluso il villain della saga) si mettono alla ricerca del loro Creatore e scoprono che esso non è un Dio, bensì un giovane scrittore insicuro e dal dubbio talento? E se tutto ciò avviene durante il Lucca Comics & Games? Riusciranno i nostri eroi a salvare il loro mondo fra infodump, cosplay e improbabili shipper?

Direi che vi ho raccontato la trama senza fare troppi spoiler, almeno spero. Quello che Roberto Gerilli fa è creare un romanzo fantasy (anche se cercherà di convincervi in tutti i modi che non lo è…) e nel contempo parlarci di tutti i cliché del genere e di tutto il contorno della letteratura fantasy. Perché non pensiate che tutti inizi e finisca con un libro fantasy, no, dove lo mettiamo il fandom? I fan scatenati che shippano o si innamorano perdutamente dei personaggi? E i “critici” della rete? Le stroncature al vetriolo fatte da blogger che per qualche arcano motivo ritengono di detenere lo scettro dei stilemi della letteratura fantasy (manco Tolkien li avesse visitati in sogno per nominarli “Paladini del Fantasy”)? La dura e spietata realtà del mondo editoriale?

Roberto Gerilli ci parla di tutto ciò e molto altro, ma lo fa in chiave ironica e divertente, sto ancora rotolando dalle risate per l’immagine dei nerd in processione in stile Via Crucis davanti agli stand del Lucca Comics & Games. L’autore ci mostra uno spaccato realistico di tutto ciò che circonda la letteratura fantasy, ma lo fa con autoironia e garbo, senza mai esagerare.

Un plauso al personaggio della fangirl Alessandra: non so se l’autore si sia ispirato a una persona realmente esistente, ma visto che ama il Dottor Who in maniera viscerale, Levi di L’attacco dei giganti e Dean Winchester di Supernatural posso osare dire che sia la mia gemella separata alla nascita. Perché nel romanzo troverete tantissime citazioni tratte dal mondo dei fumetti, dei manga, dei telefilm, dei film, degli anime, dei cartoni animati, della filosofia… c’è veramente di tutto.

Quindi non mi rimane che dire: bravissimo Roberto Gerilli. E ovviamente consiglio assolutamente la lettura del libro, non potete perdervelo. Non fosse altro perché è il sogno di ogni fangirl: i personaggi dei libri che leggiamo che diventano reali… ehm, avrei giusto da qualche parte una lista al riguardo… e poi c’è anche un drago… e siamo al Lucca Comics & Games… potrei andare avanti così per ore se volete.

E ora se mi scusate, devo andare a canticchiare la sigla di un certo cartone animato, non si sa mai quando una semplice sigla può aiutarti a salvare il mondo. ;)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>