Tutta l'informazione che cercavi

Pietro Mennea morto, si è spento per malattia il record man nei 200 metri

pietro-mennea-morto

Pietro Mennea morto: il velocista italiano si è spento all’età di soli 60 anni nella clinica di Roma dove era ricoverato a causa di un brutto tumore al pancreas contro cui lottava da tempo. Lo ricordiamo come un grande velocista azzurro, suo il record del mondo dei 200 metri per ben 17 anni e campione olimpico a Mosca 1980. Tutto il mondo sportivo e non solo piange la perdita di questo grande campione, rimasto per sempre nei nostri cuori.

Pietro Mennea nasce a Barletta il 28 giugno 1952, nel 1971 agli Europei arriva sesto nei 200 e vince il bronzo nella staffetta 4×100. L’anno dopo a Monaco conquista il bronzo nei 200, mentre negli europei di Roma conquista qui l’oro e l’argento nei 100. A Praga nel 1978 fa la doppietta 100-200. Nel frattempo si laurea in Scienze Politiche, Giurisprudenza, Scienze dell’educazione motoria e Lettere.

Il suo record mondiale nei 200 rimarrà tale per 17 anni, fino a quando verrà battuto da Michael Johnson ai Trials di Atlanta 1995. L’oro olimpico arriva a Mosca e qui si merita il soprannome di Freccia del Sud; nel 1981 annuncia il ritiro, ma poi cambia idea. Vince il bronzo nei 200 e l’argento nella 4×100 a Helsinki nel 1982, ma anche l’oro ai Giochi del Mediterraneo nei 200. Dopo una serie di delusioni, nel 1983 arriva il primato anche nei 150 piani a Cassino.

Era sposato con Manuela Olivieri; Livio Berruti ha parlato così di Pietro Mennea: ‘È stato un inno alla resistenza, alla tenacia e alla sofferenza. All’atletica italiana manca questa grande voglia di emergere e di mettersi in luce. Tra noi c’è stato un rapporto molto dialettico : per lui l’atletica era un lavoro, io lo facevo per divertirmi; lui era pragmatico, io idealista. Il nostro è stato uno scontro, come tra Platone e Aristotele’.

La camera ardente di Pietro Mennea si terrà giovedì pomeriggio nella sede del Coni a Roma. Addio Pietro.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>