Tutta l'informazione che cercavi

Pernigotti viene venduta ai turchi Toksoz

Pernigotti

Dite addio alla Pernigotti, un altro storico marchio italiano se ne va dal nostro Paese: la Pernigotti infatti è stata venduta al gruppo turco Toksoz con sede ad Istanbul. E non si tratta di una compartecipazione, il 100% dellezioni è stato ceduto. Altro che Made in Italy, qui con la crisi vendiamo ogni giorno piccoli pezzi della nostra penisola. Che fine faranno i gianduiotti Perugina? E il torrone? Mangeremo gianduiotti turchi?

Ecco il comunicato stampa della famiglia Pernigotti, sul cui logo campeggiava la scritta “dal 1860″ e che ora credo verrà modificato: “In tutti gli anni di lavoro svolti in Pernigotti abbiamo profuso un grande impegno nel miglioramento qualitativo dei prodotti, nel rinnovamento della gamma e nel potenziamento produttivo ed organizzativo. Negli ultimi mesi siamo stati oggetto di un forte interesse da parte dei principali operatori nazionali ed esteri; siamo lieti di affidare Pernigotti al gruppo Sanset della famiglia Toksöz, solido e determinato ad agire in ottica di continuità e sviluppo. Pernigotti, facendo leva sul notevole know-how acquisito e sulla complementarietà con Sanset, continuerà il processo di crescita intrapreso in Italia, in Turchia e negli altri mercati internazionali”.

Ovviamente a Instanbul sono felicissimi e ribadiscono che manterranno l’attuale struttura e la potenzieranno, sfruttando il marchio Pernigotti anche in altre aree geografiche. Di sicuro la Pernigotti verrà prima inserita nel mercato turco e a seguire in quello di altri paesi.

Addio a Pernigotti, addio a Parmalat, addio a Diadora, addio a Casanova – La Ripintura, addio a Cova… esattamente come dovremmo risollevarci dalla crisi se le grandi aziende se ne vanno dall’Italia e soldi e lavoro non ce ne sono?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>