Tutta l'informazione che cercavi

Pasqua 2014: le origini e la storia delle uova di cioccolato

Uova-di-Pasqua

Siete pronti per l’arrivo della Pasqua 2014? Già deciso dove andare a Pasquetta? Oggi però non parleremo di gite di Pasquetta, bensì di storia e origine delle uova di Pasqua? Pasqua tardiva quest’anno, a fine aprile, avete già acquistato l’uovo di Pasqua che fa per voi? Che ne pensate dei prezzi di quest’anno? Le uova di Pasqua stanno diventando proibitive, ma come resistere a questa dolce e cioccolatosa tradizione?

L’uovo di Pasqua è un dolce della tradizione pasquale, insieme alla colomba. L’uovo nei tempi antichi era simbolo della vita e della sacralità: pensate che nell’antica Persia c’era l’usanza di regalare uova di gallina con l’arrivo della primavera, tradizione poi ereditata dagli egizi, dai greci e anche dai cinesi. Già a quell’epoca le uova venivano dipinte a mano.

Passiamo nel Medioevo, qui la tradizione imponeva di regalare uova decorate alla servitù. Con il Cristianesimo, poi, lo scambio di uova da simbolo della rinascita primaverile divenne simbolo della rinascita dell’uomo in Cristo (come sempre il cristianesimo fa suoi miti e tradizioni più antiche e li rielabora per adattarsi ai suoi schemi).

Sempre nel Medioevo nacque l’usanza di regalare uova artificiali decorate, come dimenticare le straordinarie Uova di Fabergè, create appositamente per gli zar? Fu però in Germania che nacque la tradizione di regalare uova in occasione della Pasqua.

Oggi si tende a regalare a Pasqua uova di cioccolato, molto elaborate e contenenti delle sorprese (a volte la sorpresa è allegata in esterno, soprattutto nel caso delle uova per bambini con peluche), anche se è rimasta in uso l’abitudine di preparare per Pasqua uova di gallina o colorate o decorate a mano a matita e pastelli a cera, comunque utilizzate sempre colori non tossici. L’uovo in questione viene preparato nei giorni del Giovedì e del Venerdì Santo, per poi essere consumato proprio durante la domenica di Pasqua (oppure fate come a casa mia, dove si colorano in fretta e furia la mattina di Pasqua). Esiste poi anche la tradizione di far scontrare fra loro le uova prima di consumarle, per scoprire la più resistente e decretare il vincitore delle gara di uova.

Foto | Sheldonpax

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>