Tutta l'informazione che cercavi

Obbligo pneumatici invernali fuori città: addio alle catene, ma il Codacons non ci sta

Obbligo di pneumatici invernali fuori città: è questo un piccolo comma presente nella bozza del maxi emendamento del Governo al disegno di legge n. 3533 di conversione in legge del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179 che sta facendo infuriare italiani e associazioni dei consumatori. Perché? Beh, in pratica l’anno scorso ci hanno costretti a comprare catene da neve da tenere sempre in macchina d’inverno, anche se magari non si aveva nessuna intenzione di guidare sulla neve.

Adesso se passasse questo piccolo comma, dopo averci fatto spendere soldi per le catene, ci dicono che dobbiamo obbligatoriamente spenderne molti di più per dotarci di gomme termiche. Questo se vogliamo viaggiare fuori città. Questa proposta arriva dai senatori Paravia, Ghigo, Spadoni Urbani, Germontani che millantano una maggior sicurezza sui tratti stradali molto nevosi. Tralasciando di discutere il fatto che gli spazzaneve sono troppo pochi e spesso non in funzione, ma no, non finanziamo i Comuni affinché abbiano la possibilità economica di liberare le strade, facciamo spendere centinaia di euro agli italiani, tanto fra Imu e tasse gliene avanzano!

E volete ridere ulteriormente? La decisione di far applicare questa legge va rimessa all’ente proprietario della strada: quindi qui servono, due metri dopo no, adesso sì di nuovo… avete idea della confusione che ci crea? Inoltre questa norma che dovrebbe tutelare la nostra sicurezza, avrebbe tutto l’effetto contrario: se passasse, la Polizia non sarebbe più tenuta a richiedere l’obbligo di catene ai mezzi pesanti su strade innevate e con pendenza superiore al 2%.

Ovviamente le associazioni dei consumatori sono in rivolta. Biserni, presidente dell’Asaps, afferma ‘Ancora una volta c’è chi per difendere interessi di bottega gioca con le tasche e la sicurezza degli automobilisti. Chiediamo al Parlamento di non approvare un emendamento che risponde ad esclusive logiche di interessi settoriali e non di sicurezza e di lasciarci l’utilizzo delle catene così come è previsto dalla normativa attuale’. Come a dire, in questo modo svuotiamo ulteriormente le tasche degli italiani e riempiano solo quelle dei produttori di pneumatici termici.

E rincara la dose il Codacons: ‘Provvedimento iniquo, ingiusto e palesemente dannoso per i cittadini italiani»: questa la stroncatura del Codacons all’ipotesi, inserita nel decreto Sviluppo, di obbligo di pneumatici invernali fuori dai centri abitati, e in caso di neve, relegando così a ricordo le tradizionali catene. Questa misura non è altro che un maxi regalo milionario alle aziende che producono pneumatici termici, e non produrrà alcun miglioramento sul fronte della sicurezza stradale. Non è possibile infatti obbligare per legge gli automobilisti ad utilizzare gli pneumatici invernali al posto delle catene da neve, e il fatto che debbano essere i gestori delle strade a decidere sull’adozione del provvedimento fuori dei centri abitati, creerebbe confusione e situazioni diversificate tra una arteria e l’altra’, che promette un esposto per indagare su questo assurdo obbligo, valutando se non si crei un beneficio ingiusto a favore delle sole aziende del settore.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>