Tutta l'informazione che cercavi

Niente vita su Proxima b: tutta colpa dell’eruzione solare sulla stella Proxima Centauri

Proxima b

Proxima b – Svanito il sogno che possa esserci vita sul pianeta Proxima b. Proxima b è un pianeta del sistema solare di Proxima Centauri, la stella più vicina a noi (oltre al Sole, si intende). Proxima b potrebbe essere considerato l’equivalente della Terra nel sistema solare di Proxima Centauri, per cui si ipotizzava che su di esso potesse esserci vita. Ma niente da fare: nel marzo 2016 su Proxima Centauri c’è stata una colossale eruzione solare che ha, di fatto, reso impossibile la sopravvivenza di eventuali forme di vita sul pianeta.

Non c’è vita su Proxima b

Gli scienziati ipotizzavano che su Proxima b potesse esserci vita in quanto sul pianeta è presente dell’acqua in forma liquida. Tuttavia lo studio dal titolo “The First Naked-Eye Superflare Detected from Proxima Centauri”, realizzato da un insieme di Università internazionali e dal Goddard Space Flight Center della Nasa, ha vanificato queste ipotesi.

Riccardo Claudi, ricercatore presso l’Istituto Nazionale di Astrofisica di Padova (INAF), ha così spiegato: “Un’eruzione simile nel sole non sarebbe stata comunque devastante per la Terra. Quando si verificano queste eruzioni da una stella si diramano particelle ad alta energia, i raggi cosmici solari, che possono erodere l’atmosfera del pianeta vicino. Però nel caso del Sole la distanza della Terra è abbastanza grande e ci mette al riparo, mentre nel caso di Proxima Centauri la distanza è minore e l’effetto è distruttivo”.

E ha poi continuato: “D’altra parte è questa minore distanza che rende possibili temperature adatte alla formazione di acqua liquida e di eventuali forme di vita. Questo perché la stella di Proxima Centauri è una stella fredda, a differenza del Sole, e quindi la potenza che irradia è inferiore”.

Via: Ansa

Foto: gsfc

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>