Tutta l'informazione che cercavi

Morto Isao Takahata: addio al co-fondatore dello Studio Ghibli

Isao Takahata, Una Tomba per le Lucciole

Morto Isao Takahata – Lutto nel mondo del cinema e dell’animazione nipponica: è morto Isao Takahata, co-fondatore dello Studio Ghibli insieme ad Hayao Miyazaki e regista di film di animazione e di anime come Una Tomba per le Lucciole e Heidi. Secondo quanto riportato da fonti giapponesi, Isao Takahata si è spento a Tokyo all’età di 82 anni: da tempo il cineasta aveva gravi problemi di cuore, stava lottando per la sua salute, ma dalla scorsa estate le sue condizioni cliniche erano peggiorate. Si è spento avendo i suoi cari accanto a sé.

Isao Takahata era nato nella prefettura di Mie il 29 ottobre 1935 ed è morto a Tokyo il 5 aprile 2018. E’ stato un grande animatore e regista giapponese: importante il suo apporto per quanto riguarda il mondo degli anime. Isao Takahata è noto per i suoi lavori con la Toei Animation e lo Studio Ghibli, nonché per la sua storica collaborazione creativa con Hayao Miyazaki.

Isao Takahata iniziò la sua carriera come solista, ma il grande passo lo fece quando fondò insieme ad Hayao Miyazaki lo Studio Ghibli. Come regista, ricordiamo opere come La grande avventura del piccolo principe Valiant, Heidi, Una Tomba per le Lucciole, I miei vicini Yamada e La storia della principessa splendente. Come produttore, invece, lo troviamo in Nausicaä della Valle del vento e Laputa – Castello nel cielo, mentre sua è la direzione musicale di Kiki – Consegne a domicilio.

Noi vogliamo ricordare Isao Takahata dando voce al cordoglio dei fan, amici e colleghi su Facebook e Twitter. Addio Isao.

Morto Isao Takhata: l’addio su Facebook

Morto Isao Takahata: l’addio su Twitter

Qui trovate altri tweet in ricordo di Isao Takahata:


Via: ComicBook

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>