Tutta l'informazione che cercavi

Milano Moda Uomo A/I 2012 2013 sui social network: Facebook e Twitter diventano glamour

Milano Moda Uomo 2012

Milano Moda Uomo 2012

Ieri sono finite le sfilate di Milano Moda Uomo, che hanno indicato cosa dovranno indossare i cari maschietti nella stagione autunno-inverno 2012/2013. Se in passato era possibile seguire questo evento solamente su invito e, quindi, di persona, o al massimo in televisione, nei tanti servizi proposti dai telegiornali o dai programmi dedicati al lusso e alla moda, da qualche tempo, grazie ai social, anche la moda è diventata democratica. O per meglio dire, la fruizione della moda è democratica! Vediamo allora come è stata vissuta la Settimana della Moda Maschile Milanese sui social: vediamo i bravi e i cattivi comunicatori online!

C’è da premettere che non tutti i marchi di moda presenti nel calendario diramato dalla Camera della Moda italiana hanno un loro profilo Facebook o sono presenti su Twitter, solamente per citare i due social più famosi e più utilizzati nel nostro paese. Un gravissimo errore, dal momento che ormai la comunicazione, anche promozionale, trova in questi canali una piazza davvero ampia e pronta a commentare e condividere quello che più piace. Una bella pubblicitià a bassissimo costo, non c’è che dire: peccato che ci siano ancora delle aziende italiane legate al lusso e alla moda che ancora non l’hanno capito.

Per fortuna, tra tanti che sbagliano, c”è anche qualcuno che fa il proprio lavoro come si deve. Ecco che allora moltissime aziende di moda sono presenti con profili più o meno aggiornati: c’è chi, giustamente, ogni giorno posta qualche bella notizia per ingolosire i fans e i potenziali estimatori del gruppo (look delle star, novità, semplici suggerimenti e link al proprio sito e al proprio store online, ma anche commenti su ciò che accade del mondo, in una sorta di forum vero e proprio) e chi invece si limita ad aggiornare solamente ogni tanto, giusto in occasione dei grandi eventi.

In occasione di Milano Moda Uomo AI/ 2012/2013 ho molto apprezzato brand come Ermanno Scervino, Diesel, Salvatore Ferragamo, solo per citarne qualcuno, che non solo hanno prontamente pubblicato su Facebook e Twitter i look delle passerelle, ma hanno anche proposto gustose immagini dal backstage. Per incuriosire il pubblico social, ma anche per mostrarci cosa c’è dietro una passerella, tutto il duro lavoro di tanti addetti ai lavori e i modelli intenti a prepararsi prima della sfilata (che è tutto un bel vedere).

Accanto a queste aziende, però, ci sono quelle che ancora non hanno capito quanto sia importante essere social: la moda, di per sé, è molto social, si presta benissimo a essere motivo di discussione su internet… Soprattutto su Facebook e Twitter, con comunicazioni in tempo reale, possibilità di postare immagini e video, commentare e far commentare, condividere e far condividere…

Chi ha fatto un buon lavoro finora merita il mio applauso: grazie per le emozioni che ci avete dato, permettendoci di seguire le sfilate come il vip più importante del vostro parterre. Chi invece finora ha peccato un po’ da questo punto di vista, niente paura, potete recuperare: non è poi così difficile… Milano Moda Donna si avvicina: dai che ce la fate anche voi ad essere social! :D

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>