Tutta l'informazione che cercavi

Maurizio Gasparri pensa che I Liceali sia una fiction comunista

Maurizio Gasparri non gradisce la fiction “I Liceali“, che va in onda su Mediaset. Secondo l’esponente del Popolo della Liberta’, infatti, questo telefilm, dedicato soprattutto ai piu’ giovani, sarebbe un po’ troppo comunisti e, direttamente o indirettamente, criticherebbe troppo il governo. Insomma, non una semplice fiction, ma un vero e proprio strumento di “propaganda”.

In particolare, Maurizio Gasparri non ha gradito l’occupazione del Liceo Colonna, scuola inventata nella quale hanno luogo le storie dei protagonisti. In una delle ultime puntate mandate in onda, infatti, i giovani, come accade nella realta’, hanno occupato la scuola. Alcune scene di protesta dei ragazzi sono state girate in occasione delle vere manifestazioni, organizzate lo scorso autunno dal liceo romano Mamiani, per le famose contestazioni alla Riforma di Maria Stella Gelmini. Fiction e realta’, dunque, si intrecciano profondamente. E questo non piace affatto al senatore del Pdl.

“Sono contro la censura, ma anche contro il qualunquismo. L’ultima puntata della serie è criptocomunista”, questo il commento di Maurizio Gasparri al giornale Libero, il cui direttore, Belpietro, la pensa ugualmente, parlando di “toni rivoluzionari, slogan rifondaroli, bandiere arcobaleno“. Nel mirino una frase: “I tagli alla Finanziaria ci rubano il futuro“.

Le fiction sono solitamente storie inventate, frutto pero’ della societa’ in cui viviamo: non ci stupiamo che attingano dalla realta’ che respiriamo tutti i giorni!

One Response to “Maurizio Gasparri pensa che I Liceali sia una fiction comunista

  1. Joy

    Io la trovo una fiction noiosa, comunista? Boh.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>