Tutta l'informazione che cercavi

Lavorare 4 giorni per 40 ore e poi 3 giorni a casa: vi piace la settimana corta?

Settimana-corta

Che ne dite della settimana corta? In pratica si tratta di lavorare sempre per un totale di 40 ore la settimana (questo per i lavoratori dipendenti, gli autonomi devono lavorare il doppio per portare a casa uno stipendio inferiore a quello dei primi, misteri del mercato!), ma solo dal lunedì al giovedì. In pratica i primi quattro giorni lavori 10 ore l’uno e ti godi ben tre giorni di vacanza a fine settimana. Pare che questo sistema aiuti a conciliare lavoro e famiglia e anche la produttività aumenta.

Secondo Nicola Mendelshon, il nuovo capo di Facebook per l’Europa, l’Africa e il Medio Oriente, la settimana lavorativa ideale deve essere composta da quattro giorni lavorativi e tre di riposo. Un’idea simile era già nata negli anni Settanta con il libro “4 Days, 40 Hours”: si lavora dal lunedì al giovedì dalle ore 8 alle ore 18, invece di fare il classico da lunedì a vendersì dalle 9 alle 17.

Pare che già molte aziende in Europa e nel mondo seguano questo modello. Anzi, in Germania i neo papà pretendono una pausa di lavoro ogni due settimane per passare più tempo con la famiglia, la General Motors nello Utah aveva già sperimentato questo orario e nei Paesi Bassi in molte aziende funziona così.

Si vede che sono lavoratori dipendenti, un lavoratore autonomo sa bene che se non sgobba non porta a casa la pagnotta e quindi altro che passare tempo in famiglia e settimana corta.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>