Tutta l'informazione che cercavi

Klebsiella: sintomi e terapia del batterio isolato per la prima volta in Italia

Klebsiella: sintomi e terapie di questo batterio isolato per la prima volta in Italia all’Aquila. Al reparto Malattie infettive del San Salvatore di l’Aquila, insieme ai ricercatori dell’Università, sono riusciti a isolare uno dei batteri più temuti dai medici. Mediaticamente è stato soprannominato il batterio-killer, in quanto antibiotico-resistente e spesso letale, capace di produrre due enzimi che sono in grado di neutralizzare gli antibiotici. Ma cosa è successo in realtà?

In pratica l’uomo si è presentato all’ospedale a causa di una grave infezione: era in pericolo di vita a causa del fatto che il batterio resisteva a tutti i normali antibiotici presenti in commercio. C’è da dire che l’uomo in questione soffriva anche di una grave patologia di base, che ha notevolmente complicato la situazione clinica. Ma che cos’è la Klebsiella?

Klebsiella è un genere di batteri Gram negativi presente nella mucosa respiratoria e nell’intestino dell’uomo, ma in realtà ubiquitario. Sono molto simili ai vari Enterobacter, però a differenza di questi non sono capaci di muoversi. I batteri del genere Klebsiella possono provocare polmonite, spondilite anchilosante, setticemia e infezioni ai tessuti molli, fra cui gravi gastroenteriti. Le specie di Klebsiella che maggiormente danno problemi nell’uomo sono la Klebsiella pneumoniae e Klebsiella oxytoca.

Klebsiella pneumoniae è di sicuro il rappresentate più importante di questi batteri Gram negativi. Può causare grave polmonite batterica, anche se spesso lo si ritrova in infezioni acquisite in ospedale nel tratto urinario e nelle ferite, soprattutto in soggetti immunodepressi. Klebsiella pneumoniae è diventato il batterio responsabile della maggior parte delle infezioni nosocomiali: mentre alcuni ceppi si trattano con antibiotici come la ciprofloxacina, altri presentano antibiotico-resistenza.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>