Tutta l'informazione che cercavi

James Bond: nel 2013 il nuovo libro targato William Boyd

Preparatevi: nel 2013 arriverà il nuovo libro dedicato a James Bond. Sarà lo scrittore inglese William Boyd a scrivere questo nuovo romanzo che sarà ambientato nel 1969. 007 verrà coinvolto nell’anno di Woodstock, delle proteste contro la guerra del Vietnam, ma anche del primo uomo che mise il piede sulla Luna. Dopo il grande successo cinematografico di ‘Skyfall’, ecco che anche questo libro potrebbe essere portato a breve sul grande schermo.

Purtroppo non sappiamo ancora il titolo di questo nuovo romanzo dedicato a James Bond, pare che sia avvolto nel più stretto riserbo. Oltre al fatto che sarà ambientato nell’anno 1969 si sa solamente che nell’autunno del 2013 verrà pubblicato in Gran Bretagna, in Irlanda e negli stati del Commowealth, ad opera della Jonathan Cape, la casa editrice storica che per prima diede vita ai romanzi di Ian Fleming, mentre in contemporanea uscirà negli Stati Uniti e in Canada, qui però grazie alla Harper Collins.

Non è certo un caso che il prossimo anno vedrà la luce un nuovo romanzo di James Bond: nel corso del 2013 si celebreranno infatti i 60 anni della nascita della spia più celebre del mondo. A scegliere William Boyd come erede del personaggio creato da Ian Fleming ci ha pensato la Ian Fleming Foundation: al suo attivo questo scrittore ha opere come ‘Brazzaville Beach’ e ‘Come neve al sole’.

Boyd finora avrebbe solamente dichiarato: ‘Per ora posso solo dire che il mio libro sarà ambientato nel 1969 e James Bond sarà un uomo di 45 anni. Bond non sarà certo un giovanotto nel pieno del fulgore e delle sue capacità fisiche come nell’esordio del 1953‘. Le prime indiscrezioni dicono che non ci saranno né signori del male che vogliono usare virus letali per annientare il mondo, né montagne ripiene di bombe nucleari, Boyd stesso dice che ‘Sarà una missione quasi ordinaria, per un uomo di mezz’età che andrà orribilmente per il peggio’.

In realtà William Boyd attualmente è il terzo scrittore ingaggiato nell’ultimo decennio dalla Ian Fleming Foundation per proseguire le avventure di James Bond: il primo era stato Sebastian Faulks che nel 2008 aveva dato alla luce ‘Non c’è tempo per morire’ e il secondo Jeffery Deaver, questa volta con ‘Carta Bianca’ nel 2011.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>