Tutta l'informazione che cercavi

Instagram: dal 16 gennaio 2013 le nostre foto potranno essere vendute a terzi

Una notizia che sta facendo discutere parecchio il web è quella secondo la quale Instagram dal 16 gennaio 2013 potrà vendere le nostre foto a terzi, trasformandosi in una specie di agenzia fotografica i cui dipendenti saranno i milioni di utenti che ad oggi usano questa applicazione. Pare che tutto questo sia dipeso dall’aggiornamento delle politiche che riguardano la privacy. Ovviamente una notizia del genere ha scatenato mille polemiche.

Da quando Instagram è stato acquistato da Facebook, è tenuto a seguire le regole del social network di Mark Zuckerberg che lo autorizzano a vendete ‘a un società a o un’altra entità pagante le informazioni relative all’utente e alle azioni che compie e le sue fotografie’, senza ovviamente dare al proprietario nessun compenso.

Quindi le mille foto che scattate prima di iniziare un pranzo in un determinato ristorante, potranno essere usate dal gestore per fare pubblicità al suo locale. E Facebook si beccherà i soldi, mentre a voi rimarrà la soddisfazione di vedere il vostro viso fare pubblicità. Gratuita. O magari potreste trovare la vostra nuova acconciatura su qualche bottiglietta di balsamo o shampoo.

L’unico modo per evitare di vedere sfruttata la propria immagine per fare della pubblicità in cui a guadagnare sarà qualcun altro, è quello di cancellare il proprio account su Instagram prima del 16 gennaio 2013. Fortunatamente l’applicazione di queste nuove regole non è retroattiva, quindi fino al fatidico 16 gennaio sarete tranquilli.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>