Tutta l'informazione che cercavi

Il sigillo degli Eldowin di Laura Iuorio: su Amazon il capitolo conclusivo di questa affascinante saga

Il-sigillo-degli-Eldowin-Laura-Iuorio-saga

Ci siamo: finalmente è uscito. Mi sto riferendo a Il sigillo degli Eldowin di Laura Iuorio, disponibile su Amazon.it in versione ebook. Si tratta del capitolo conclusivo di una delle più belle saghe fantasy italiane in cui mi sia mai capitato di imbattermi. Chi mi conosce sa che ho un pessimo rapporto con gli scrittori fantasy italiani e, salve rare eccezioni, come Dark Rock Chronicle di Marco Guadalupi o la saga di Gabriella Mariani, faccio una fatica tremenda nel leggerli.

Molte saghe blasonate e a cui è stata data un’incomprensibile visibilità hanno una pecca sostanziale: i personaggi sono piatti, monotematici, non hanno vita al di fuori delle pagine. Non basta dire per dieci pagine di fila che l’eroina Xanterla la Bella era coraggiosa all’inverosimile, deve anche agire e parlare come se lo fosse, anzi, non ci dovrebbe essere nemmeno bisogno di dirmi che era terribilmente impavida perché se sai tratteggiare bene le sue azioni lo capisco da quelle, non devi ricordarmi tutte le sue buone caratteristiche ogni due righe.

La parentesi si è resa necessaria per spiegare perché quando ho preso fra le mani il primo volume della saga, Il destino degli Eldowin, lo confesso, ero un po’ scettica. Tempo però di arrivare alla fine del primo capitolo e mi ero ricreduta del tutto: una lettura avvincente, personaggi credibili e pieni di spessore, non stereotipati, uno stile fluido, descrizioni azzeccate e non ridondanti, insomma, un fantasy come quelle che piacciono a me. L’ho letto d’un fiato e ho atteso trepidante il seguito, giunto con La leggenda degli Eldowin, dove ho trovato la conferma della bravura dell’autrice.

E finalmente dopo tanto tempo è arriva il terzo capitolo conclusivo, Il sigillo degli Eldowin, lo trovate su Amazon.it in versione ebook al costo di 6,50 euro. Ed ecco la sinossi di queste 665 pagine che non vedo l’ora di leggere:

“Sono tempi bui per le terre dell’Arwal, sconvolte da guerra e pestilenza. Sulla scacchiera del potere un giocatore sembra avere in mano la vittoria: Adras, mago di corte della dinastia regnante dell’Argelar, che controlla saldamente fronti interni ed esterni. Posto sul trono il figlio Briam tramite l’assassinio del piccolo re e il matrimonio con la principessa Yrena, l’Oscuro scatena i propri sgherri sulle tracce dell’avversaria e antica discepola Reven, rimasta indifesa dopo un cruento scontro ai confini del Varlas. Perfino Laiàl, ultimo portatore del sigillo degli Eldowin, stirpe regnante della perduta Azales, viene messo a dura prova dalla permanenza nelle terribili segrete del mago. Tuttavia, una flebile speranza spinge Eledrel, bellissima moglie di Laiàl, a riscuotersi dall’apatia secolare indotta dalle erbe dell’oblio e a mettersi in cammino attraverso le Terre Inesplorate dell’Ovest fino al gelido Nord, per invocare l’aiuto degli elfi dei ghiacci. Nemmeno Tezbereth, regina vampira di Volnoth, resta insensibile al richiamo dei fratelli caduti sotto il giogo di Adras. Da ogni angolo del continente, elfi, umani, nani e vampiri convergono sulla grigia fortezza di Krun, teatro dello scontro finale. Dalle loro torri invisibili, i Custodi degli Arcani osservano, incerti se interferire nelle sorti del mondo. Mentre la battaglia infuria per le strade e il fuoco divora il bosco di Madian, mentre le mura crollano sotto i colpi degli uomini e gli incantesimi dei maghi, Laiàl si trova faccia a faccia col suo antico nemico Adras, sterminatore degli Eldowin. Si avvicina la resa dei conti. Il sipario si alza sull’ultimo atto”

Non appena riuscirò a leggerlo, provvederò anche a fare una recensione, nel frattempo i miei complimenti a Laura Iuorio per lo splendido lavoro fatto. E attendo fiduciosa sue nuove opere. Grazie Laura. :)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>