Tutta l'informazione che cercavi

Il 42% dei giapponesi dichiara di essere un otaku. E tu lo sei?

Otaku

Secondo un recente sondaggio, il 42% dei giapponesi si considera un otaku e senza nessuna accezione negativa nel termine. Fondamentalmente l’otaku è un appassionato di un qualche hobby: il 62% dei giovani lo è per gli sport, l’amore e i manga. Otaku è un termine giapponese che a partire dagli anni Ottanta indica una corrente giapponese di appassionati sfegatati di manga, anime e di qualsiasi cosa sia vagamente correlata con questo mondo.

Diciamo che in Giappone il termine otaku ha qualche connotazione negativa, ma qui da noi in Italia e anche in Francia la parola non è così terribile. Forse perché i giapponesi dovrebbero vedere i tifosi italiani allo stadio, quindi capirebbero a cosa porta la passione per un certo hobby.

Il problema è che in Giappone, otaku non significa solamente un appassionato di anime e manga, ma indica anche una persona asociale, maniaca e isolata. Il guaio è che secondo questo sondagio il 42% dei giapponesi si definisce un otaku, con una percentuale del 62% negli adolescenti che diminuisce fino ad arrivare al 23,3% negli ottantenni.

Molto probabilmente per molti giapponesi la connotazione negativa si sta perdendo e adesso essere otaku significa solamente essere appassionato di un hobby. E voi vi sentite un po’ otaku? Qual è la vostra passione? Otaku e fiero di esserla! ;)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>