Tutta l'informazione che cercavi

I 10 Papi più pazzi della storia

Bisogna essere onesti: ci sono papi che sono stati dei santi, che hanno promosso la cultura ed aiutato il popolo, ma ce ne sono stati anche di pazzi, scriteriati, al limite della malvagità, esattamente come succede per i vari regnanti a dire il vero. Non tutti i papi hanno sempre predicato l’amore o hanno deciso di essere più vicini fedeli organizzando le Giornate della Gioventù o parlando su Twitter, alcuni hanno reso il loro papato un vero e proprio inferno in Terra. Andiamo dunque a vedere i dieci papi più pazzi della storia.

Papa Stefano VI

Papa Stefano VI era un uomo ambizioso e la sua ambizione maggiore era quella di essere conosciuto da tutti come il papa più folle della storia. Dopo essere salito al soglio pontificio, Stefano VI pretese che fosse riesumato l’amato papa precedente, per essere messo da morto sotto processo. Qui lo giudicò colpevole, lo mutilò e lo buttò nel fiume come punizione. Persino gli altri membri della Chiesa lo consideravano un pazzo furioso ed ecco che poco dopo venne strangolato.

Papa San Pietro

In realtà del primo papa, San Pietro, non sappiamo quasi nulla: di lui non abbiamo documenti scritti, ma solo leggende. La sua pazzia è riferita di solito alla sua richiesta prima di morire: condannato alla crocifissione, chiese di venir crocifisso a testa in giù, in modo da non imitare il figlio di Dio. In pratica ha volontariamente peggiorato una delle morti più terribili che siano mai state inventate.

Ven. Papa Pio XII

Papa Pio XII divenne pontefice alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale. Hitler e Mussolini preparavano le stragi che di li a poco avrebbero distrutto l’Europa e il papa disse ‘No grazie’. In realtà cercò di fare da mediatore, fu uno dei pochi a riuscire a parlare con Hitler e a condannare il suo programma razziale. Fin qui tutto bene, peccato che molto probabilmente fu a conoscenza del massacro in Polonia prima che questo avvenisse e non fece nulla per fermarlo. In realtà la diatriba è aperta: ha salvato migliaia di ebrei di nascosto o il suo silenzio ne ha uccisi altrettanti? Diciamo che ha fatto quello che ha potuto in tempi difficili

Giovanni XII

Altro famoso Terminator medievale fu papa Giovanni XII. I reati a lui imputato furono: stupro, omicidio, incendio doloso, gioco d’azzardo, satanismo, istigazione alla prostituzione e, soprattutto, si rifiutava di fare il segno della croce. Pare che fosse quest’ultimo il problema più grave all’epoca.

Papa Sergio III

Terribile papa Sergio III. E’ vero che divenne pontefice in un periodo difficile, ma lo spaghetti-western a lui faceva un baffo. Prima organizza un esercito privato con cui uccise tutti coloro che si mettevano sulla sua strada. Questo dopo aver assassinato i due papi precedenti e dopo aver profanato le loro tombe. infine anche lui non rispettò propriamente il celibato, generando molti futuri papi. Il suo governo viene ricordato più che altro per la sua estrema licenziosità. E per essere stato un vero e proprio Terminator medievale.

Papa Pio II

Prima di diventare papa, Pio II non aveva una vita proprio monastica, amava la promiscuità. Ma era noto anche per i suoi rapporti con Dracula. Nel 1459, l’Impero Ottomano cercò di invadere l’Europa. E Papa Pio II cosa fa? Dà corda a Vlad Tepes l’Impalatore, gli lascia carta bianca. Il problema è che questa collaborazione funzionò alla grande!

Papa Urbano VI

Papa Urbano VI era perfido e pazzo. Lo assediano nella sua casa a Pompei e lui si affaccia e scomunica i soldati uno a uno. Amava ubriacarsi, ordinò la tortura e l’uccisione di cinque dei suoi cardinali. Alla fine persino la Chiesa si stancò di lui e lo fece uccidere prima che facesse ulteriori danni.

Papa Alessandro VI

Papa Alessandro VI, nato Rodrigo Borgia, non era del tutto cattivo. Era infatti un grande mecenate, adorava Michelangelo, solo che era un pervertito nepotista. Lungi da lui rispettare l’idea del celibato, ebbe sette figli da due amanti. Si dice che convivesse con la figlia, che fosse dedito all’omicidio e che organizzarre orge nel Palazzo Papale.

Papa S. Leone I

Papa Leone I ce l’aveva a morte con gli eretici: non si contano le lettere con cui si scagliava contro di loro. Nel 452 Attila decise di invadere l’Italia, il suo esercito marciò verso Roma, gettando nel panico il popolo. A questo punto il Papa fece una pazzia: andò in mezzo all’esercito di Attila e non si sa bene cosa gli disse, ma riuscì a persuaderlo a lasciare in pace Roma. Ecco perché è anche noto come Papa Leone Magno.

Papa San Pio V

Papa Pio V è noto per aver lanciato una scomunica a Elisabetta I, nel tentativo di deporre a parole un monarca regnante. Prima di ciò si era invischiato con l’Inquisizione, creando un vero e proprio bagno di sangue, esiliando i Giudei, ha creato le condizioni ideali per il massacro di San Bartolomeo, ha incoraggiato la violenza ed è stato ricompensato con la santità. Immagino che qualcosa di buono l’abbia fatto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>