Tutta l'informazione che cercavi

Google finisce nel mirino del Fisco: 240 milioni di reddito mai dichiarati

Anche Google è finito del mirino del Fisco. Pare che sia stata attivata una verifica fiscale fuori programma nei confronti di Google Italia a causa della mancanza di adempimento ad alcuni obblighi fiscali. Solo in Italia però. Sembra che queste verifiche riguardino redditi mai dichiarati e Iva non versata. Secondo le indagini, risulterebbero ‘elementi positivi di reddito non dichiarati per un importo di oltre 240 milioni di euro’ e ‘Iva relativa e dovuta per un importo pari ad oltre 96 milioni di euro’.

Secondo quanto scoperto dalla polizia tributaria della guardia di finanza di Milano, su interrogazione di Stefano Graziano, deputato del Pd, il problema riguarda non solo Google, ma tutti i gruppi multinazionali che lavorano nel settore dell’e-commerce e dell’elettronica. Per quanto riguarda Google, sembra che la società italiana abbia dichiarato solamente le provvigioni ricevute per le prestazioni a Google inc. e a Google Iraland, tralasciando l’intero volume commerciale reale.

Le indagini sono andate oltre: il fisco sarebbe stato eluso con un fittizio contratto di servizio che avrebbe dovuto far credere che la Google Italy Srl svolgesse solo un’attività secondaria, cosa che i dati rilevati smentirebbero categoricamente.

Ovviamente Mountain View ha prontamente ribattuto a queste accuse: ‘Google rispetta le leggi fiscali in tutti i Paesi in cui opera e siamo fiduciosi di rispettare anche la legge italiana. Continueremo a collaborare con le autorità locali per rispondere alle loro domande relative a Google Italy e ai nostri servizi’.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>