Tutta l'informazione che cercavi

Game of Thrones 4: la quarta stagione si allontana dai libri di George R.R. Martin

Game-of-Thrones-fan

George R.R. Martin e l’attore Jerome Flynn aka Bronn hanno spiegato che la quarta stagione di Game of Thrones 4 si allontanerà alquanto dai libri scritti dall’autore. E per forza dico io: Martin è lento come la quaresima a scrivere, a breve il telefilm arriverà al pari con i libri, quindi ai telespettatori bisognerà pur dare un finale. Anzi, è probabile che se vorremo vedere finite le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco dovremo puntare sulla serie televisiva, Martin è lento ed ha già una certa età, non voglio gufare, ma questi sono dati di fatto.

Ecco quanto rivelato da George R.R. Martin:

  • la quarta stagione conterrà materiale proveniente anche dai libri successivi rispetto a Una tempesta di spade (e di nuovo ci credo: ci sono alcuni libri della saga che girano, girano, girano in tondo e in cui non succede praticamente nulla)
  • Willas e Garlan Tyrell, i quali nel telefilm mancano, nei libri diventeranno più importanti
  • la lingua rimossa di Marillion: il problema è stato che la produzione ha voluto mutilare una persona che il pubblico riconoscesse, ma questo avrà ripercussioni sulla storia fra Sansa e Lysa
  • niente prequel (beh, non ha neanche finito la saga, vuole scrivere il prequel?), ma nei prossimi libri vedremo più retroscena in merito alla ribellione di Robert

Ecco quanto rivelato da Jerome Flynn aka Bronn:

  • Bronn combatterà in un duello di spade non presente nel libro e in queste scene c’era pure Tyrion aka Peter Dinklage
  • la serie devia parecchio dai libri (un po’ come succede fra i fumetti e il telefilm di The Walking Dead insomma)

Foto | Jemimus

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>