Tutta l'informazione che cercavi

Francia: no all’olio di palma come ingrediente. E scoppia la guerra contro la Nutella

La Francia ha dichiarato guerra all’olio di palma. E di riflesso contro la Nutella. Una nuova battaglia alimentare sta scoppiando al di là delle Alpi, tutto fatto per il nostro bene e per tutelare la nostra salute. Tutto parte da Jerome Cahuzac, ministro del Budget, che ha dichiarato ‘Produrre olio di palma provoca deforestazioni massicce che compromettono l’ecosistema’. E va bene. Peccato che abbia poi deciso di prendersela con un alimento universalmente amato e osannato: la Nutella.

In pratica per tutelare la salute dei suoi connazionali, Jerome Cahuzac insieme alla commissione degli Affari sociali del Senato ha deciso di aumentare del 300% la tassa sull’olio di palma, presente in tantissimi alimenti, fra i quali casca anche la Nutella.

Secondo i senatori, questa sovratassa sulla Nutella (così è stata affettuosamente chiamata) dovrebbe insegnare ai consumatori a tutelare di più la propria salute e l’ambiente. Yves Daudigny, relatore della commissione, ha così commentato questa decisione: ‘La sovratassa sull’olio di palma è un segnale alle industrie agro-alimentari perché sostituiscano questo ingrediente con altre sostanze meno dannose. L’olio di palma è molto usato perché costa poco ma è troppo ricco di acidi grassi saturi nocivi per la salute’.

Non è certo la prima volta che la Francia decide di tassare alcuni prodotti alimentari, soprattutto quelli giudicati poco salutari: prima della Nutella ne erano state vittima la Coca Cola e altre bevande gassate, poi era toccato alle sigarette. Stranamente gli alimenti di punta francesi, come vino e foie gras non sono stati toccati. Ma come, deforestare non va bene, ma far morire le oche facendogli scoppiare il fegato, sì?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>