Tutta l'informazione che cercavi

Festa della Donna 2018: storia di questa celebrazione

Festa delle Donne

Festa delle Donne – La Festa delle Donne o Giornata Internazionale della Donna è una celebrazione che ricorre l’8 marzo per rammentarci delle conquiste sociali, economiche e politiche ottenute, oltre che per ricordarci le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono vittime. Questa ricorrenza si tiene negli Stati Uniti sin dal 1909, in alcuni paesi dell’Europa dal 1911 e in Italia dal 1922. Ma qual’è la storia delle origini della Festa della Donna? E quali sono i simboli della Festa della Donna?

Festa della Donna: storia e origini

Nel 1907 a Stoccarda si tenne il VII Congresso della II Internazionale socialista, all’interno del quale si parlò proprio del diritto al voto delle donne. Il Congresso votò a favore: i partiti socialisti avrebbero lottato per introdurre il suffragio universale delle donne, senza però allearsi con le femministe borghesi che lottavano per il medesimo scopo. Questo anche se non tutti erano d’accordo nell’escludere questa frangia.

Negli Stati Uniti, la socialista Corinne Brown protestò: il Congresso non aveva il diritto di dire alle donne socialiste come e con chi lavorare per la liberazione. Il 3 maggio 1908, durante la conferenza settimanale del Partito Socialista di Chicago, Corinne dovette sostituire l’oratore ed ecco che invitò tutte le donne a partecipare. Quella conferenza venne chiamata Woman’s Day. A fine anno, il Partito Socialista americano chiese a tutte le sezioni di utilizzare l’ultima domenica di febbraio 1909 per organizzare una manifestazione a favore del diritto al voto femminile. Così, il 23 febbraio 1909 negli USA venne celebrata la prima Festa della Donna ufficiale.

Successivamente, in alcuni paesi europei, la prima Giornata della Donna si tenne domenica 19 marzo 1911. All’epoca la ricorrenza non venne celebrata tutti gli anni e non aderirono tutti i paesi. Inoltre ci fu un’interruzione forzata a causa dello scoppio della Prima Guerra Mondiale.

Festa della Donna in Italia

In Italia la Festa della Donna si tenne per la prima volta nel 1922, su richiesta del Partito Comunista d’Italia. La prima volta venne celebrata il 12 marzo, la prima domenica successiva all’8 marzo: Lenin, morto l’anno precedente, aveva parlato dell’otto marzo come Giornata Internazionale della Donna.

Festa della Donna: le origini fantasiose

Visto che la storia delle origini della Festa della Donna era stata assai complicata (con risoluzioni, conferenze, lotte e proposte differenti fra i vari movimenti e partiti e via dicendo), ecco che a causa dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, al trambusto provocato dall’isolamento politico della Russia e del movimento comunista occidentale, si finì col perdere la memoria esatta delle origini della Giornata della Donna. Questo contribuì a far nascere delle versioni fantasiose sulla sua origine.

La più famosa è quella che vuole che la Festa delle Donne sia nata per ricordare la morte di centinaia di operaie in una fabbrica di camicie inesistente nel 1908 a New York. Si tratta però di una bufala: l’incendio ci fu, ma nel 1011 nella fabbrica Triangle e morirono sia uomini che donne.

Un’altra versione dice che sia nata nel 1857 a seguito della repressione da parte della polizia di una presunta manifestazione sindacale di operaie tessili a New York. Tuttavia tutte queste versioni sono false.

Festa della Donna: i simboli in Italia

In Italia la mimosa è il simbolo della Festa della Donna. Nel 1944 a Roma venne creata l’UDI, Unione Donne in Italia e fu grazie all’UDI che si decise di celebrare l’8 marzo 1945 la prima Giornata della Donna nelle zone liberate. Con la fine della Seconda Guerra Mondiale, poi, l’8 marzo 1946 la Festa della Donna venne finalmente festeggiata in tutta Italia.

Proprio qui fece la comparsa per la prima volta la mimosa: divenne il simbolo della celebrazione proprio perché fiorisce i primi giorni di marzo. L’idea fu merito di Teresa Noce, Rita Montagnana e Teresa Mattei.

Foto: anupamsr

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>