Tutta l'informazione che cercavi

Febbre Gialla: trasmissione, sintomi, vaccino e cura

Zanzara, febbre gialla

Febbre Gialla – E’ di questi giorni la notizia secondo la quale la zanzara responsabile della trasmissione della Febbre Gialla e del virus Zika starebbe tornano in circolazione. Ma che cos’è la Febbre Gialla? Quali sono i sintomi, la cura, la modalità di trasmissione di questa malattia? Ed esiste un vaccino? Andiamo a dare una risposta a tutte queste domande. La Febbre Gialla è anche nota con i nomi alternativi di tifo itteroide, vomito nero, febbre delle Antille e ittero tifoide. Si tratta di una malattia virale acuta.

Febbre Gialla: cause e trasmissione

La Febbre Gialla è una malattia virale acuta. E’ provocata da un Arbovirus, un virus a RNA, a singolo filamento, della famiglia Flaviviridae. La trasmissione della Febbre Gialla avviene tramite le zanzare infette, le Culicidae. La malattia colpisce umani, primati e diversi tipi di zanzare, soprattutto l’Aedes aegypti.

La Febbre Gialla colpisce fra il 15esimo parallelo Nord e il decimo parallelo Sud in America e in Africa, mentre non è presente in Asia. La patogenesi della Febbre Gialla vede una zanzara infetta iniettare il virus con la saliva mentre effettua il pasto di sangue. Successivamente, il virus si replica nei linfonodi e infetta le cellule dendritiche. Dopo disseminazione per via ematogena, il virus arriva al fegato con grave insufficienza epatica e ittero.

I vettori principali del virus sono le zanzare del genere Aedes e Haemagogus. Inoltre le zanzare rimangono infette per tutta la vita. Esistono due cicli della malattia:

  1. ciclo silvestre: i vettori sono Haemagogus spp. e Sabethes spp. in Sud America ed Aedes africanus in Africa. Le zanzare si infettano tramite le scimmie che diventano serbatoio della malattia
  2. ciclo urbano: l’uomo è il serbatoio e si contagia tramite l’Aedes aegypti. Il sangue degli infetti è contagioso 24-48 ore prima dei sintomi e fino a 3-5 giorni dopo la guarigione

Febbre Gialla: sintomi

Il periodo di incubazione è di 3-6 giorni. I sintomi classici della Febbre Gialla sono:

  • febbre
  • brividi
  • anoressia
  • stanchezza
  • nausea
  • vomito
  • mal di schiena
  • dolori muscolari
  • mal di testa

Di solito questi sintomi tendono a migliorare in 5 giorni, ma in alcuni casi, dopo una giornata di pausa, ecco che compaiono come altri sintomi:

  • febbre
  • dolori addominali
  • danno epatico con ittero
  • emorragie
  • acidosi
  • CID
  • delirio
  • convulsioni
  • coma
  • insufficienza renale
  • shock
  • ipoglicemia terminale

La morte può avvenire a seguito del massiccio rilascio di citochine, per shock o per insufficienza multiorgano. Chi, invece, sopravvive, avrà un’immunità a vita.

La diagnosi avviene tramite visita clinica, esami del sangue specifici e PCR.

Febbre Gialla: cura e vaccino

Esiste un vaccino per la Febbre Gialla e in molti paesi in cui la malattia è endemica, la vaccinazione è obbligatoria per i viaggiatori.

Essendo una malattia virale, non esiste una terapia specifica vera e propria. La cura si basa sull’ospedalizzazione e sul trattamento dei sintomi. Spesso è richiesto il ricovero in terapia intensiva. Farmaci antivirali e l’immunizzazione passiva non sembrano aver dato risultati.

Via: Salute.gov

Foto: misterysnake

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>