Tutta l'informazione che cercavi

Eruzione Vesuvio: Napoli a rischio, allarme in zona

Un'immagine che ritrae il Vesuvio in eruzione.

Un'immagine che ritrae il Vesuvio in eruzione.


Proprio così: anche Napoli e Castellammare di Stabia rischiano di essere spazzate via in un soffio. L’allerta l’ha lanciata uno studio di quattro scienziati partenopei, che hanno previsto una possibile analogia con le sciagure capitate a Pompei ed Ercolano. La minaccia proviene non tanto dalla lava, quanto dall’incredibile temperatura del calore che il vulcano sprigiona (e che si pensa sia stato l’artefice delle tragedie). E non è tutto:

Secondo il team di esperti, le attuali situazioni preventive della zona sono assolutamente inadeguate: “I nuovi risultati dimostrano come nel caso di futura eruzione, il rischio per la vita umana potrebbe estendersi anche a distanze superiori ai 15 chilometri dal vulcano fino a oggi ritenute sicure. Questi nuovi dati confermano l’inadeguatezza dell’attuale Piano di emergenza e la necessità di estendere la zona rossa ben oltre gli attuali limiti“.

Fonte: corriere.it
Immagine: vesuvionline.net

6 Responses to “Eruzione Vesuvio: Napoli a rischio, allarme in zona

  1. Joy

    Costruire una città in prossimità di un vulcano non mi è mai sembrata la cosa più intelligente da fare.

  2. Anonimo

    le citta vicino a vulcani cosi pericolosi non dovrebbero essere fatte

  3. Per il momento ancora non e’ successo niente pero’ bisogna rimanare attenti .. Anche a l’Aquila hanno tranquillizzato la gente fino al giorno che le loro case siano sparite dalla terra!

  4. Se il Vesuvio dovesse eruttare, saranno tutti spacciati… la protezione civile potrà fare ben poco…

  5. Anonimo

    Napoli spazzata via ? + 10% di PIL

  6. io

    XJOY ED ANONIMO…. il fatto che le città crescano intorno a dei vulcani potenzialmente pericolosi, è dovuto dalla ricchezza dei terreni stessi che grazie al calore e alla attività del magma rende il terreno molto fertile, città come napoli sono state fondate e costruite quando lo studio di questi fenomeni non era ancora nato, e si sapeva ben poco del rischio che si correva, tutto ciò che sapevano era che il terreno era fertile, e a loro questo interessava…. ecco spiegato il perchè le città sono li…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>