Tutta l'informazione che cercavi

Ercolano e Pompei, la mostra a Londra vietata ai minori

ercolano-e-pompei

Incredibile: la mostra di Londra dedicata a Ercolano e Pompei è stata vietata ai minori. Non tutta, una parte almeno. A quanto pare le immagini di statue, mosaici e sculture sono state giudicate troppo sconce per essere mostrate ai sensibili animi dei più giovani ed ecco che alcune parti della mostra sono state considerata troppo hot. E pensare che era un’ottima occasione per far conoscere agli inglesi i tesori di Ercolano e Pompei, si tratta della prima mostra dedicata alle due città sepolte dal Vesuvio.

Il titolo di questa mostra è Life and Death: Pompeii and Herculaneum e sarà aperta dal 28 marzo al 29 settembre 2013. Sono 450 i reperti giunti dai diversi musei della Soprintendenza di Napoli, fra cui statue, affreschi, i calchi delle vittime e anche oggetti di uso quotidiano, tutti provenienti dalle città di Ercolano e Pompei.

Paul Roberts, curatore della mostra, ha dichiarato: ‘Mille grazie ai nostri colleghi della Soprintendenza di Napoli. Abbiamo pensato la scenografia di questa mostra come un casa di Pompei, per dimostrare che quella tragedia di duemila anni fa ci ha permesso di capire la vita quotidiana di quei giorni’.

In realtà non sarà tutta la mostra vietata ai minori. E’ organizzata come una casa romana, di quelle che si trovano normalmente a Ercolano e Pompei: per esempio compare il celebre Cave canem. Questo di sicuro non è vietato. Il problema è che i romani avevano un rapporto molto disinibito con il loro corpo, quindi per loro era normale tenere in casa una statua col dio Pan che si accoppia con una capra. Ma la pudicizia inglese ha avuto il sopravvento ed ecco che davanti a questa statua compare un cartello Vietato ai minori. E che fanno gli inglesi quando vanno a visitare una certa casa a Pompei dagli affreschi alquanto esplicativi? Si tappano gli occhi?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>