Tutta l'informazione che cercavi

Darwin Day 2018: oggi si celebra Charles Darwin

Darwin Day, Charles Darwin

Darwin Day 2018 – Lo sapevate che il 12 febbraio si celebra il Darwin Day in onore di Charles Darwin? La data non è certo stata scelta a casa: Charles Darwin, infatti, è nato il 12 febbraio 1809 a Shrewsbury ed è morto a Londra il 19 aprile 1882. Biologo, naturalista e illustratore, a lui dobbiamo il libro L’origine delle specie (1859), punto cardine della teoria dell’evoluzionismo. L’origine del Darwin Day va ricercata in Inghilterra e negli Stati Uniti: subito dopo la sua morte, in questi due paesi si cominciò a celebrare il Darwin Day.

Darwin Day: origini

Dall’Inghilterra e dagli stati Uniti, poi, si è deciso di celebrare questa data anche nel resto del mondo. Il Darwin Day è diventato, col tempo, simbolo della difesa della scienza tramite i valori della laicità e del razionalismo. Tuttavia le celebrazioni non si fermano solamente al 12 febbraio: visto che spesso il Darwin Day si compone di dibattiti, conferenze ed eventi collaterali, ecco che le manifestazioni vanno avanti oltre il mese di febbraio.

Per quanto riguarda l’Italia, il Darwin Day viene celebrato dal 2003. Alcune città, come Ferrara per esempio, organizzano eventi per il Darwin Day patrocinati dalle istituzioni: qui dal 2005 il Museo Civico di Storia Naturale e la Facoltà di Biologia organizzano un proprio Darwin Day sostenuto dal Comune.

Noi vogliamo celebrare il Darwin Day ricordando alcune frasi famose di Charles Darwin:

  1. L’uomo, nella sua arroganza, si considera una grande opera, degna dell’intervento di una divinità. Più umile e, credo, più verosimile, ritenerlo creato a partire dagli animali
  2. Fin dalla prima giovinezza ho concepito un vivo desiderio di capire o di spiegare tutto ciò che osservavo, cioè di raggruppare tutti i fatti sotto leggi generali
  3. Siccome i cani, i gatti, i cavalli e probabilmente tutti gli animali superiori ed anche gli uccelli, come è confermato da buone testimonianze, hanno sogni vivaci, che dimostrano coi movimenti e con la voce, dobbiamo ammettere che posseggano un certo potere d’immaginazione
  4. Nel remoto futuro vedo campi aperti a ricerche di gran lunga più importanti. La psicologia poggerà su nuove fondazioni, ossia sulla necessaria acquisizione di ciascuna capacità e facoltà mentale per gradi successivi. Si farà luce sull’origine dell’uomo e sulla sua storia
  5. Non cercherò di definire l’istinto. Sarebbe facile dimostrare che questo termine abbraccia parecchie attività psichiche distinte. Però chiunque comprende ciò che si intende quando si dice che l’istinto obbliga il cuculo a migrare e a deporre le uova nei nidi di altri uccelli. Si suole definire istintiva un’azione, che a noi richiederebbe una certa esperienza, mentre viene compiuta senza alcuna esperienza da un animale, soprattutto molto giovane e privo di esperienza, oppure viene compiuta nella stessa maniera da molti individui, senza sapere quale ne è lo scopo

Foto: cgpgrey

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>