Tutta l'informazione che cercavi

Chi è Kim Yo-Jong, la sorella del dittatore della Nord Corea Kim Jong-un

Kim Yo-Jong

Le Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018 si sono aperte con una grande cerimonia di apertura. Grande l’attesa non solo per i team internazionali, Italia compresa, ma anche per Kim Yo-Jong. Chi è Kim Yo-Jong? Il nome dovrebbe suggerirvi a quale famiglia appartiene. Questa giovanissima ragazza è la sorella del dittatore della Nord Corea Kim Jong-un, inviata speciale in Corea del Sud per rappresentare il paese e iniziare le trattative per dare il via alla fase di disgelo tra due nazioni appiccicate, sorelle, ma formalmente in guerra da tanto tempo, troppo tempo.

Chi è Kim Yo-Jong… Se lo sono chiesti tutti, anche perché di solito quando si parla di Corea del Nord si parla del ben più famoso fratello, Kim Yo-Jong, dittatore del paese nordcoreano. Invece, in occasione delle Olimpiadi Invernali di febbraio 2018, è lei la rappresentate della sua nazione. E’ stata inviata dal fratello maggiore a capo della delagazione di Pyongyang. E’ la prima volta che un membro della famiglia Kim visita la Corea del Sud dal 1948. Ed è la prima volta che Kim Yo-Jong diventa protagonista in un’operazione immagine che sembra voler attirare simpatie verso il paese asiatico (e che potrebbe far arrabbiare Donalt Trump).

Kim Yo-Jong è nata nel 1987, è la più piccola dei 7 figli del leader Kim Jong-il, avuti da quattro mogli. Lei è la figlia della stessa mamma dell’attuale dittatore nordcoreano. I due sono molto legati: hanno studiato insieme in Svizzera, prima di rientrare in patria. Appare spesso dietro il fratello più grande di 4 anni, ma non è mai stata protagonista, è sempre rimasta nell’ombra, fino al 2014, quando il suo nome è stato per la prima volta detto alla tv della Corea del Nord.

E oggi la ribalta internazionale!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>