Tutta l'informazione che cercavi

Che fine ha fatto il batterio killer? Perché non se ne parla più?

Batterio killer

E all’improvviso il batterio killer è sparito dall’agenda dei media. Avete notato che dopo qualche settimana di clamore, a volte decisamente eccessivo, riguardo a questa epidemia che ha portato alla morte di una trentina di persone in Germania e il contagio di alcune altre in Francia, ora non se ne parla più? Cos’è sparito nel nulla? Così come è arrivato all’improvviso, se n’è andato all’improvviso? Niente di tutto ciò, ma ora la stampa ha notizie più importanti da dare e un batterio killer che non fa più morti non rientra nell’agenda dei media.

Prima il clamore che ha portato la psicosi: abbiamo guardato male ogni cetriolo che ci capitava davanti, nella paura che fosse contaminato, per poi riaccettarlo nel nostro frigorifero, bandendo invece i germogli di soia, nuovi untori secondo le indagini. Insomma, tanto clamore per nulla, dal momento che non solo ora non si sa più niente, ma non sappiamo nemmeno cosa ha scatenato questa epidemia.

I complottisti sostengono che si tratta dell’ennesimo esperimento su un batterio o su un virus che è esploso nel mondo, causando morti e malati. Dopo aver visto esplodere in una bolla di sapone mucche pazze, aviarie e persino influenze suine (queste in realtà hanno durato di più nell’agenda dei media!), ecco che ora finisce nel dimenticatoio anche il batterio killer.

Che poi, era davvero nei germogli di soia? Oppure no? Mah… :D

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>