Tutta l'informazione che cercavi

Centrale nucleare di Fukushima: un topo la manda in tilt

Topolino

Il topo che spaventò il mondo: può succedere, se alla centrale nucleare di Fukushima il suddetto roditore decide di andare a scavarsi la tana in una centralina, provocando un corto circuito e mandando così in tilt la centrale. E facendo rivivere ai giapponesi e a tutto il mondo l’incubo delle radiazioni, come successo dopo il terremoto e lo tsunami che devastarono la centrale, provocando la fuoriuscita di materiale radioattivo.

Il tutto è accaduto lunedì notte. Siamo alla centrale nucleare di Fukushima, un improvviso corto circuito allarma tutti, un calo di tensione e poi lo spegnimento dei sistemi di raffreddamento. A quanto pare la situazione si è normalizzata solo mercoledì. Secondo quanto rivelato dai tecnici giapponesi, la colpa sarebbe tutta di un topo lungo 15 centimetri (topo o ratto? Considerato con la coda o senza?) che è entrato in una centralina provocando un black-out.

Un portavoce della Tokyo Electric Power ha confermato che il responsabile dell’incidente è stato un topo: ‘Abbiamo la conferma dell’intrusione di un piccolo animale nella centralina’. Ed ecco che ai giornalisti è stata presentata la foto del cadavere del presunto topo che, a detta di chi l’ha visto, sembrava più quello di un ratto.

In pratica lo sfortunato roditore ha fatto da conduttore, unendo due connessioni elettriche e generando il corto circuito che ha finito per bloccare i dispositivi di raffreddamento nelle piscine dei reattori 1, 3 e 4. Ovviamente i reattori si sono spenti, la Tepco ha rassicurato tutti dicendo che se la temperatura delle vasche di raffreddamento dei noccioli nucleari fosse arrivata a livelli allarmanti, ci sarebbero voluti più giorni per risolvere la situazione. Ah, beh, così stiamo di sicuro più tranquilli.

Però fa pensare che la sicurezza della centrale nucleare di Fukushima e la sua funzionalità vengano bloccate da un semplice topo. O ratto che fosse.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>