Tutta l'informazione che cercavi

Carlo Cracco apre il suo nuovo ristorante a Milano, nella Galleria Vittorio Emanuele

Carlo Cracco

Carlo Cracco ha aperto un nuovo ristorante nella Galleria Vittorio Emanuele II a Milano. Il locale è stato inaugurato da pochissimo e si sviluppa su diversi piani, in modo da garantire agli avventori tutte le sfumature di gusto possibili e immaginabili. Ecco cosa vi attende nei piani del ristorante di Carlo Cracco nella Galleria:

  • Piano terra: bistrot-cafè per colazioni rapide, pranzi e cene veloci (lungo la passeggiata coperta della Galleria). Ci sarà anche uno spazio per la pasticceria di Marco Pedron, con prodotti da consumare in loco o da portare via
  • Primo piano: ristorante con carta che si allinea a quella del ristorante in via Victor Hugo e affaccio su decori e stucchi dell’Ottocento. Al ristorante vero e proprio si accede tramite la sala d’accoglienza, mentre il ristorante si compone di tre sale e due privé
  • Secondo piano: qui trovate la Sala Mengoni, dedicata agli eventi
  • Seminterrato: qui si trovano le cantine

Carlo Cracco: cosa aspettarsi dal ristorante nella Galleria

Dopo due anni, finalmente Carlo Cracco ha aperto il suo nuovo ristorante. Il ristorante è aperto al pubblico da oggi, con tanto di conferenza stampa in cui è intervenuto anche il socio e amico Lapo Elkann, con la presenza del sindaco di Milano Giuseppe Sala, gli architetti dello studio Peregalli e con la conduzione di Fabio Fazio.

Il che spiega il perché abbiano tolto una stella Michelin e perché Cracco è andato via da MasterChef: il cambio di locale e il tempo necessario per stare dietro ad un progetto simile, hanno reso queste scelte inevitabili.

Aspettatevi un ristorante elegante, ricco, che rievoca i fasti del passato. Lo stesso Cracco ha così commentato: “E’ il primo progetto tutto mio. Mio e di Rosa. Un lavoro che ha richiesto molto tempo e molta passione. Oggi i locali sono tutti minimalisti, asciutti, essenziali. A me piaceva invece quello che facevano questi architetti e ho voluto una cosa così anch’io. Qualcosa che ricordi che cos’era questo luogo”.

Ogni piano ha la sua cucina, anche se quella più importante è quella del primo piano. Al secondo piano, invece, trova spazio la location per gli eventi speciali, realizzata in stile teatro. Non ha arredi fissi, quindi, a seconda dell’occasione, è possibile modificare lo scenario. L’unico pezzo fisso è il bancone del bar in marmo di Levanto.

Nel seminterrato, invece, si trova la cantina con più di 2000 etichette e 10.000 bottiglie. Qui si terrà sia la vendita dei vini che le degustazioni. Ad aprile, poi, inizierà anche il progetto Galleria Cracco: artisti italiani tre volte all’anno adorneranno le lunette dell’ammezzato, grazie anche alla collaborazione con l’agenzia di comunicazione Paridevitale e Sky Arte HD.

Carlo Cracco: orari di apertura e costi del ristorante nella Galleria

Se siete interessati agli orari di apertura del ristorante in Galleria di Carlo Cracco, sappiate che, per ora, il Cafè sarà aperto dalle ore 8.00 alle ore 22.00, sette giorni su sette, con prezzi da 20 a 50 euro. Il ristorante vero e proprio, invece, sarà chiuso sabato a pranzo e domenica. Per i prezzi, la degustazione parte da 190 euro, mentre i piatti alla carta vanno dai 40 euro in su.

Via: Ansa

Foto: br1dotcom

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>