Tutta l'informazione che cercavi

Buone Feste dal Google Doodle di Natale

Buone Feste da Google Doodle! Ecco come ci ha accolti oggi Mister G: con un bel cumulativo scarabocchio dedicato a tutte le festività. Non è ben chiaro a quali si riferisca: c’è solo il Natale o è compreso anche Santo Stefano, Capodanno e la Befana? Strano, perché di solito il gigante di Mountain View è più intuibile di così. Però la spiegazione è semplice: esattamente come l’Unione Europea, anche Google ha voluto proporre un doodle che potesse andare bene a tutti, cristiani e laici. Per cui via il Natale e benvenute le generiche Buone Feste!

Questo google doodle di Buone Feste arriva a pochi giorni di distanza da quello interattivo dedicato alle fiabe dei fratelli Grimm e a quello statico per la fine del calendario dei Maya. Come vedete, ci troviamo in pieno clima di festa nel paese dei balocchi, ecco che una simpatica parata di giocattoli ci conduce in un clima natalizio, mentre a destra sui giocattoli troneggia il logo di Google.

Visto che però queste festività sono possibili solo grazie al Natale cristiano, non capiamo il perché di questo boicottaggio. Voglio dire, se Google mettesse il doodle di una festività islamica, noi non ci offenderemmo mica, giusto? Anzi, sarebbe il modo per apprendere qualcosa in più. Però si sa, adesso vige il politically correct, tutto deve andare bene a tutti e pazienza se qualcuno si sente penalizzato.

Volete la storia del Natale? Dunque, il Natale cristiano si sovrappone ad alcune festività romane di questo periodo, come per esempio quelle dedicate al solstizio d’inverno, ai saturnali e al Dies Natalis Solis Invictis, dedicato al Sole o a Mitra, come preferite. E’ noto che il cristianesimo da sempre ha fatto sue le festività pagane che gli si paravano di fronte e le ha rese conformi ai suoi canoni.

Per i cristiani, il Natale è la seconda festa più importante, sopra di lui si trova solo la Pasqua, ma a livello popolare è quella più sentita e celebra la nascita di Gesù a Betlemme, secondo quanto narrato dai Vangeli di Luca e Matteo. Tante le tradizioni del Natale, provenienti da diversi paesi che si sono mescolati in un’amalgama comune: il presepe, l’albero di Natale (di origini tedesche probabilmente), il vischio e l’agrifoglio, lo scambio dei regali e Babbo Natale o Santa Claus.

Che ci rimane da dire? Che siate cristiani o meno, Buon Natale e Buone Feste a tutti, celebrate questi giorni di vacanza come meglio credete. ;)

Ma non finisce qui: a quanto pare google ha voluto farci un’ennesima sorpresa ed ecco che il 25 dicembre il doodle è cambiato: avrà intenzione di metterne uno nuovo per ogni giorno di vacanza creando così una storia di Natale? Lo scopriremo solo nei prossimi giorni.

Questo il google doodle del 24 dicembre 2012:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>