Tutta l'informazione che cercavi

Bulldog inglese: caratteristiche e descrizione della razza


Per gli amanti degli animali, in particolare dei cani, abbiamo una piccola sorpresa. Parleremo infatti di razze di cani. Inauguriamo questa “novità” con la razza Bulldog Inglese, un cane di tipo molossoide originario della Gran Bretagna, dall’aspetto più buffo che cattivo. Allevato dai primi anni dell’800, il Bulldog inglese è stato creato per fare i combattimenti assieme ai tori (da qui il nome “bull“, toro, e “dog“, cane), dopodichè, dopo varie selezioni, è diventato a tutti gli effetti un cane da compagnia.

Tarchiato ma estremamente muscoloso, dal muso schiacciato e largo, il bulldog cattura subito gli sguardi grazie alla sua aria da bullo rubacuori. Le sue narici sono molto corte e, per tale ragione, quando il cane è particolarmente affannato (caldo, fatica, ecc.) inizia a emettere dei rumori simili a rantoli. Le orecchie hanno una forma, detta “a rosa“; la coda può essere “a manico di pompa“, che è la forma più tollerata anche nei concorsi, ma anche molto corta e lievemente attorcigliata. La taglia del Bulldog Inglese varia a seconda del sesso: il maschio è molto più massiccio e sviluppato della femmina.
La vita media di un Bulldog Inglese si aggira intorno agli 8 anni, ma un esemplare mantenuto in perfetta forma e curato a dovere (anche sotto il profilo dell’alimentazione), può tranquillamente superare i 10 anni.

Il Bulldog è a tutt’oggi considerato un cane dall’indole pacifica e serena, molto paziente e poco incline a reagire, dunque in quanto tale, adatto a convivere con bambini e altri animali. Un’unica nota: difficilmente un bulldog maschio vede di buon occhio un altro maschio…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>