Tutta l'informazione che cercavi

Beppe Grillo: sul blog definisce i vecchi politici dei bimbiminkia

Queste elezioni politiche sono francamente sempre più ridicole. In lizza troviamo esattamente i soliti politici di sempre, con i soliti programmi. L’unica ventata di novità che poteva esserci, vedi per esempio Renzi, è stato esautorato. E non parliamo di Monti: prima mette l’Imu e ci riempie di tasse e adesso per farsi votare annuncia che le vuole togliere. Se qualcuno voleva la prova che tutti i politici sono uguali, ecco, adesso ce l’avete davanti agli occhi.

A questa fiera della politica all’italiana non poteva certo mancare Beppe Grillo, fautore di alcune uscite decisamente discutibili. Per esempio adesso è riuscito a paragonare gli attuali politici a dei bimbiminkia. Parole sue, noi ci limitiamo a riportare quanto da lui scritto sul suo blog.

Oggi pomeriggio è comparso infatti un post dal titolo ‘Bimbiminkia’ con tanto di fotomontaggio di Berlusconi, Bersani e Monti. In pratica sostiene quello che vi abbiamo anticipato: i politici di sempre che ritornano, tutti uguali, stessi programmi fasulli, tutti più interessati al reddito garantito dalla poltrona che da un eventuale apporto benefico alla politica italiana.

Ed ecco cosa c’era scritto sul blog di Beppe Grillo:

‘I “ritornanti”, nuovi di zecca, lucidati a nuovo dalle lingue umide dei giornalisti, sono di nuovo tra noi. Come prima, più di prima. I media usati come ranz de vaches per richiamare con un corno i voti del parco buoi elettorale sperso sulle montagne e frastornato dalla crisi economica. Nulla è cambiato. Usi ad ogni menzogna per quell’ultimo voto.
I bimbiminkia sono sempre gli stessi, quelli del ventennio peggiore della nostra vita: Berlusconi, Bersani, Casini, Fini e i gruppettari della Sinistra Arcobaleno. Per l’occasione, per non sparire, “come si cambia per non morire”, alcuni hanno affittato delle foglioline di fico, misura baby, che coprono le vergogne quel tanto che basta per prendere per il culo l’elettore. Il bimbominkia è autoreferenziale, il suo nome compare in caratteri da scatola di tonno sul simbolo di partito, cultore del cattivo gusto, estetico e lessicale, dedito all’abuso di “wow ” quando twitta. Il bimbominkia è schizofrenico, ha almeno due o tre profili on line, fa quello che non dice e dice quello che non fa. Il bimbominkia vota per l’IMU , le tasse, l’Iva la mattina e le toglie la sera. I bimbiminkia si muovono separatamente, ma mangiano insieme. Il bimbominkia è un attention whore effimero, che si sbraccia in maniera proporzionale alla sua pateticità per dimostrare al mondo di esistere. Si sacrifica per noi, sale, scende, entra, fa corrente con le porte aperte. Il suo credo sono gli accessori da gregge, le suonerie di cellulari improbabili, le frasi ad effetto che non vogliono mai dire nulla, le televisioni, i quotidiani con foto a mezza pagina, le signature di MSN farcite di simboli e accenti circonflessi, la pagina facebook zeppa di foto riprese dall’alto, dal basso, in prevalenza su un palco o in poltrona, con un borsalino, una cravatta regimental ed imperitura espressione bluesteel con il sigaro in bocca. Se il server del Paese è sotto attacco, lui è sia l’hacker che l’antivirus. La massima aspirazione per un bimbominkia è essere “gggiovane”, inviare un emoticon, finire in un talk show per un proprio filmato sharato su YouTube, ma rigorosamente senza possibilità di commentare. Non sa un cazzo e mette becco su tutto, dimostrando la sua maleducata invadenza in CAPS LOCK nei telegiornali della sera”

Voi siete d’accordo con Beppe Grillo?

2 Responses to “Beppe Grillo: sul blog definisce i vecchi politici dei bimbiminkia

  1. carla

    pienamente d’accordo questa classe politica deve sparire

  2. Anna

    Grillo ha detto una grande verità ci vogliono ancora prendere per il culo con le loro “cazzate”…che vogliono togliere le tasse ecc. ecc. tutte balle per prenderci ancora per i fondelli e conservare le loro amate poltrone che oltre agli stipendi esagerati che hanno gli permettono di avere potere sugli italiani

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>