Tutta l'informazione che cercavi

10 personaggi famosi che pensavano di essere immortali

Mago-Merlino

Molte persone realmente esistite o personaggi dei miti e delle leggende, credevano di essere immortali. Con svariati mezzi, queste persone che più di altre temevano la morte, hanno fatto di tutto per convincere loro stessi e agli altri di essere immortali. Di alcuni di questi personaggi esiste la prova della loro realtà storica, altri sono personaggi della cultura popolare, più fittizi, ma tutti avevano in comune una cosa: l’ossessione per l’immortalità.

1. Qin Shi Huang

Qin Shi Huang era il fondatore della dinastia Qin. A lui dobbiamo al costruzione della Grande Muraglia e del famoso esercito di terracotta. Essendo una persona estremamente brillante e di successo, le persone che lo circondavano cominciarono a convincersi che fosse immortale e cercarono di far diventare realtà questa convinzione. Parecchi servitori partirono alla ricerca del segreto dell’immortalità, ma nessuno fece ritorno, forse per paura della punizione dell’Imperatore a causa del fallimento della cerca. Per essere un immortale, Qin Shi Huang è morto piuttosto presto, a soli 50 anni a causa di una malattia veloce e letale.

2. Ercole

Non si sa se Ercole sia esistito veramente o meno, qualcuno nel 2010 sostenne di aver trovato la sua tomba nel Peloponneso, ma di sicuro la sua leggenda ha travalicato i secoli. La storia delle sue dodici fatiche la conosciamo tutti: la sua forza è diventata leggenda. Forse non era poi così immortale come credeva, magari se Deianira non l’avesse tradito col sangue letale del centauro non sarebbe morto. Però poi interviene Zeus, lo porta con sé nell’Olimpo e lo fa diventare immortale. Inoltre il suo nome è immortale nel tempo, quindi in un certo qual modo ce l’ha fatta.

3. Conte di St. Germain

Il Conte di St Germain è il protagonista di molte storie a tema vampirico. Per lui il tempo sembrava non passare, non invecchiava mai, qualcuno pensava che si trattasse dell’Ebreo Errante, altri parlavano di lui come di avventuriero, un cortigiano, in alchimista, un violinista, ma in lui tutto è avvolto nella leggenda. Tuttavia non era così immortale come faceva credere: pare che sia morto in Germania nel 1784, anche se manca la sua lapide. Duecento anni dopo il cantante e mago francese Richard Chanfray si era convinto di essere St. Germain, però è morto pure lui. Breve questa immortalità!

4. Ebreo Errante

Narra la leggenda che quando Cristo portò la croce sul Golgota, si fermò a riposare fuori dalla casa di un calzolaio di nome Assuero. Assuero lo derise e Cristo proncunciò una maledizione: “Io adesso sono qui e riposo, ma tu vagherai sulla Terra fino al mio ritorno”. La storia ha diverse variazioni: Assuero come Ebreo Errante viene raffigurato a volte come un giovane a volte come un vecchio, a volte come un uomo che invecchia e poi torna giovane. Assuero non può essere ucciso ed è condannato a ricordare tutte le sue vite passate.

5. Nicolas Flamel

D’accordo, se avete letto Harry Potter e la Pietra Filosofale, ormai saprete tutto di Nicolas e Perenelle Flamel. Inoltre esiste un’intera saga fantasy dedicata a questo personaggio. Nicolas Flamel è il creatore della pietra filosofale, pietra che permette al suo proprietario di vivere per sempre. Tecnicamente Nicola Flamel è un personaggio storico, visse fra la fine del Quattordicesimo e l’inizio del Quindicesimo secolo. Era un alchimista, l’aura di mistero che lo circondava persuase la gente che fosse veramente immortale, ma in realtà è morto nel 1417.

6. Achille

Molti storici sostengono che Achille sia veramente esistito, solo che Omero ne esagerò un pochino le doti di guerriero. Teti, madre di Achille, lo immerse nel fiume Stige da bambino, per renderlo immortale, solo che lo sorresse per il tallone, unico punto vulnerabile non bagnato dall’acqua miracolosa. E Paride dove decide si scoccare la fatale freccia? Proprio sul tallone. Ora, mi domando e dico: a chi diamine viene in mente di scoccare una freccia nel tallone?

7. Mago Merlino

Dimenticate per un attimo il simpatico mago barbuto presente alla corte di Re Artù. Secondo diversi miti e leggende, Merlino era figlio di un incubo, un demone in pratica e di una donna mortale. Era immortale, almeno lui pensava di essere tale e non era proprio uno stinco di santo. Eppure anche lui è morto ad un certo punto, quindi qualcosa nella sua immortalità non ha funzionato. Eppure la sua fama lo ha reso immortale.

8. Leonard Jones

Leonard Jones era un mediocre politico convinto di essere immortale. A quanto pare la sua campagna elettorale si basò proprio sulla sua presunta immortalità, ma questa non è la cosa più strana.La cosa più strana è che la gente gli credette e lo votarono anche. Jones era convinto di aver raggiunto l’immortalità grazie al digiuno e alla preghiera. Però la polmonite che lo uccise a 71 anni non la pensava come lui.

9. Memnon

Nella mitologia greca Memnon era un re etiope, figliano di Titone e Eos. Considerato come guerriero inferiore solamente ad Achille, da vivo venne considerato immortale. Peccato che proprio da Achille venne ucciso durante la guerra di Troia. Anche la sua immortalità è durata poco.

10. I tre Nefiti

Secondo alcuni mormoni, Gesù cristo visitò l’America dopo la sua resurrezione (essendo onniscente come il Padre, Gesù conosceva l’America prima della scoperta di Cristoforo Colombo) e scelse 12 apostoli fra la popolazione nota come i Nefiti, per aiutare a diffondere il suo messaggio. Tre di costoro chiesero a Gesù di diventare angeli per poter rimanere sulla Terra fino alla fine del mondo ed aiutare così l’umanità.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>