Tutta l'informazione che cercavi

10 Easter Egg nascosti nei vostri film preferiti

Easter Egg, Star Wars

Easter Egg – Con il termine di Easter Egg normalmente si intendono messaggi o citazioni intenzionalmente nascosti all’interno di opere d’arte. Li possiamo trovare ormai ovunque, in film, telefilm, videogiochi, canzoni, software, programmi per computer, libri, video musicali e tanto altro ancora. Soprattutto i film, a volte, sono pieni di Easter Egg. Ecco che allora oggi la nostra top ten vi svela dieci Easter Egg nascosti nei vostri film preferiti. Li avevate notati? Se ne conoscete altri, inseriteli nei Commenti.

Top Ten: la classifica dei 10 Easter Egg più curiosi nascosti nei film

Ecco i dieci Easter Egg più curiosi nascosti nei film che amate:

  1. Star Wars – Episodio IV: Una Nuova Speranza (1977): George Lucas si è divertito ad inserire il numero 1138 in molti dei suoi film, in omaggio alla sua prima pellicola, THX 1138 del 1971. In Star Wars – Una Nuova Speranza, la principessa Leia è imprigionata nel blocco 1-1-3-8. Ma anche nei film successivi il numero ritorna: nell’Impero Colpisce Ancora del 1980, il generale Rieeken manda Rogue 10 e Rogue 11 alla stazione 3-8, mentre ne Il Ritorno dello Jedi, la principessa Leia sul lato dell’elmo da cacciatore di taglie ha il numero 1138. Anche nella trilogia prequel ritorna il numero: sullo zaino dei droid da battaglia, sul blsone dei cloni e il numero di codice del Comandane Bacara è 1138. In Il Risveglio della Forza, il numero di serie di Finn è 2138
  2. Star Trek (2009): J.J. Abrams non è mai stato un fan particolare di Star Trek, ma adora Star Wars. Ecco che allora nel reboot del 2009 di Star Trek ha inserito un R2-D2 nella pellicola. Dove si trova? Riguardate la scena in cui l’Enterprise arriva sul pianeta Vulcan: ci sono i detriti delle navi della Federazione distrutte dall’astronave romulana Narada. Fra i detriti galleggianti, si può veder spuntare fuori un R2-D2. Il droide appare poi anche in Star Trek: Into Darkness (2013), sempre fra i detriti che vengono risucchiati fuori dall’Enterprise quando questa viene colpita dalla Vengeance
  3. Scarface (1932): il regista Howard Hawks ha inserito il tema della cicatrice a forma di X, quella che il personaggio Tony Camonte ha sulla guancia sinistra, in tutto il film. Praticamente ogni volta che un personaggio sta per morire, da qualche parte sullo sfondo della scena compare una X. Anche Scorsese ha omaggiato questo Easter Eff nel suo The Departed del 2006
  4. Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban (2004): questo Easter Egg è nascosto nei crediti post film, quindi è difficile da trovare. Durante i crediti, quando vengono fatti i nomi del team motion control camera, ecco che si vedono le orme della Mappa del Malandrino che si spostano. In basso a sinistra, in un’alcova, ci sono due paia di orme che suggeriscono una tresca romantica in corso fra due persone
  5. Polar Express (2004): per spiegare come un treno riuscisse a viaggiare andata e ritorno al Polo Nord in un’unica notte, il regista Robert Zemeckis si è ispirato a Ritorno al Futuro e ha inserito nel treno un condensatore di flusso. Lo si vede a sinistra nella cabina del motore. Inoltre, sempre a ricordare Ritorno al Futuro, ecco che si vede una serie di Babbo Natale piantare dei cartelli con su indicato Lone Pine Mall, il centro commerciale presente anche in Ritorno al Futuro. Quando poi Babbo Natale sparisce nel finale, i suoi pattini lasciano delle scie infuocate in stile DeLorean
  6. The Rocky Horror Picture Show (1975): si dice che il termine Easter Egg sia stato inventato proprio con questa pellicola. Il cast aveva deciso di organizzare una caccia alle uova di Pasqua sul set, solo che alcune uova vennero nascoste così bene che non riuscirono a trovarle e toglierle prima dell’inizio delle riprese. Così, tre uova vengono trovate nel film: una sotto il trono del Dr. Frank N. Furter, una in cima al lampadario nella sala principale e una vicino all’ascensore del laboratorio
  7. Charlie’s Angels (2000): nella scena della caduta dalla finestra di Drew Barrymore aka Dylan Sanders, il cortile in cui cade è il medesimo in cui Elliott incontra per la prima volta E.T. nel 1982. E Drew Barrymore in E.T. era Gertie, la sorellina di Elliott. Nel film Dylan irrompe poi in una casa, la stessa in cui era stato girato E.T. diciotto anni prima. E dietro la televisione che i bambini stanno guardando, c’è un poster di E.T.
  8. Prigionieri dell’oceano (1944): Alfred Hitchcock non avrà forse inventato gli Easter Egg, ma di sicuro è stato uno dei registi che più li hanno usati. Pensiamo solo ai 39 cameo fatti nei suoi 60 film. Nella pellicola in questione, la sfida è stata ardua in quanto tutto il film si svolge su una piccola barca: difficile dunque introdurre il cameo di un personaggio che compare per pochi secondi. Ma ecco che Hitchcock ce la fa: lo troviamo in un annuncio pubblicitario che si trova sulla parte inferiore della scialuppa di salvataggio
  9. Ritorno al Futuro (1985): Robert Zemeckis ha inserito in questo film un Easter Egg piuttosto elaborato. Quando Marty viaggia per la prima volta nel 1955, la DeLorean si schianta contro un granaio appartenente alla famiglia Peabody (si vede il nome sulla cassetta delle lettere quando il padre insegue e spara contro Marty scambiandolo per un alieno). Nei titoli di coda si vede che la famiglia è indicata come Ma, Pa e Figlia Peabody. Solo al figlio viene dato un nome vero: Sherman Peabody. E Mr. Peabody e Sherman sono stati dei viaggiatori del tempo nel cartone animato Peabody’s Improbable History e nel successivo film del 2014 Mr. Peabody e Sherman
  10. Frozen (2013): quando Anna e Kristoff partono per cercare Elsa sulle montagne, Anna rivela a Kristoff di essersi innamorata di Hans, pur avendo passato poco tempo insieme. Kristoff, allora, la prende in giro e sottolinea che che conosce a malapena Hans, dicendole: “E se odi il modo in cui mangia? E se odi il modo in cui si pulisce il naso… e lo mangia? Tutti gli uomini lo fanno”. Nei titoli di coda, poi, compare il disclaimer: “I punti di vista e le opinioni espresse da Kristoff nel film relative al fatto che tutti gli uomini mangiano le proprie caccole, sono solamente suoi e non necessariamente rispecchiano le opinioni e i pensieri della Walt Disney Company e dei registi”. Inoltre sia Kristen Bell (Anna) e Idina Menzel (Elsa) avevano fatto nel 2010 un’audizione per il ruolo di Rapunzel. Santino Fontana (Hans) aveva, invece, fatto un privino per Flynn, sempre in Rapunzel. Ecco che allora sia Rapunzel che Flynn compaiono brevemente fra gli ospiti arrivati per l’incoronazione di Elsa quando Anna canta

Via: Listverse

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>